Bryan Ferry: anche per lui è un ritorno al vinile

0
185
Bryan Ferry

Ricordate i Roxy Music? I più giovani molto probabilmente no. Era un gruppo glam rock britannico attivo dal 1970 al 1983. Tra i fondatori c’era Bryan Ferry. Il 30 luglio 2021 per Bryan Ferry sarà una data importante. Perché? Anche per lui ci sarà un ritorno al vinile e ristamperà i suoi primi sei album da solista.

Come è stata la sua carriera da solista?

Bryan Ferry, nato nel 1945 a Washington, decise di intraprendere la carriera da solista nonostante era nei Roxy Music. Ma ebbe comunque successo. Figlio di un minatore, diventa la fonte d’ispirazione della popstar elegante, del dandy romantico contrapposto agli hippy americani e ai nerboruti seguaci dell’hard-rock in voga nei primi anni ’70 nel Regno Unito. La sua musica spaziava nei generi. Passava dalla musica sonora elettronica ai gruppi jazz per finire alle canzoni d’amore. Fatto sta che è riuscito a pubblicare diversi album durante la sua carriera da solista e adesso è giunto il momento di ripubblicarne sei in vinile.


Il Glam Rock vissuto in 10 imperdibili dischi

Brian Eno inaugura la sua “Lighthouse”

Simple Minds: posticipate le date italiane


La donazione

Il cantante recentemente ha deciso di aiutare i suoi collaboratori e la band che a causa della pandemia hanno subito grossi danni non potendosi esibire. Bryan Ferry ha così deciso di pubblicare un album contenente la registrazione dal vivo dei concerti che era riuscito a tenere nel marzo 2020 presso la Royal Albert Hall di Londra. L’intero ricavo andrà alla band e ai suoi collaboratori. Un gesto sicuramente da apprezzare.

Gli album di Bryan Ferry da solista

Gli album che ripubblicherà in vinile sono:

  1. “These Foolish Things” (1973)
  2. “Another Time, Another Place” (1974)
  3. “Let’s Stick Together” (1976)
  4. “In Your Mind” (1977)
  5. “The Bride Stripped Bare” (1978)
  6. “Boys And Girls” (1985)

Questi album sono rimasterizzati dai nastri originali e soprattutto sotto la grande attenzione di Bryan Ferry.

Commenti