Brian Eno inaugura la sua “Lighthouse”

0
225
Brian Eno

Si chiama The Lighthouse la radio nata da un’idea di Brian Eno.

Chi è Brian Eno?

Brian Eno è un musicista, compositore e produttore discografico britannico. Inventore della musica d’ambiente, è uno dei più importanti musicisti moderni. Eno abitava a Woodbrigde, nei pressi di una base militare statunitense. Le trasmissioni radiofoniche delle emittenti militari NATO, che all’epoca trasmettevano soprattutto rock and roll, scandiscano la sua infanzia. Quando crea la sua prima composizione è poco più che ventenne. Scrive le musiche per Berlin Horse, un lavoro di nove minuti del cineasta Malcolm Le Grice. Eno si rifà ad artisti contemporanei quali John Cage e John Tilbury, solo per citarne alcuni. Una svolta importante arriva quando si unisce ai Roxy Music nel 1971.

Brian Eno: No Pussyfooting

Per capire l’influenza di Brian Eno dobbiamo passare per No Pussyfooting, il suo primo lavoro sperimentale. Eno collabora con Robert Fripp, chitarrista dei King Crimson. Eno ha appena lasciato i Roxy Music e Fripp i suoi Crimson. Il fulcro dell’intero lavoro discografico risiede nella tecnica di registrazione, che prende il nome di time-lag accumulator (accumulatore di ritardo). La inventò Terry Riley ed Eno fu colui che la riscoprì. La tecnica di Riley prevede una prima incisione che viene poi raddoppiata per creare un effetto eco. Ogni nota si ripete quindi diverse volte a distanza di qualche secondo. Il risultato è quello di uno strato di note che cresce in testa e decresce in coda. Ed ecco come Eno e Fripp gettano le basi per la musica d’ambiente.

The Lighthouse

“La musica che faremo ascoltare proviene da un periodo che va, per il momento, dal 1990 a oggi. Aggiungeremo man mano nuovi contenuti e alcuni di questi saranno di produzione recentissima e inediti”. Questo è il programma che Brian Eno ha in mente per la sua Lighthouse. “La scaletta sarà generata casualmente, in modo da lasciare la possibilità che si verifichino inattese collisioni sonore – specialmente dal punto di vista ritmico“.

Commenti