Jojo Rabbit – recensione del film Disney/Fox sul nazismo

Jojo Rabbit: film sul nazismo, ma assolutamente a portata di bambino. Ecco la nostra recensione del film Disney/FOX perfetto per la giornata della memoria.

0
1125

Proprio in concomitanza con la Giornata della Memoria, la Disney esce parzialmente dai suoi schemi e offre al pubblico un film a metà strada fra drammatico e commedia che sappia mostrare con efficacia anche ai più piccoli cosa fu per davvero il nazismo. Questa è l’idea alla base di Jojo Rabbit, film prodotto fra Germania e USA e diretto da Taka Waititi, il quale partecipa al suo film anche in qualità di interprete nei panni proprio di Hitler: non il vero fuhrer, ma una versione caricaturale che il piccolo Jojo ha come amico immaginario. Il resto del cast include Roman Griffin Davis, Scarlett Johansson, Thomasin McKenzie, Sam Rockwell, Rebel Wilson ed altri interpreti. Il film è in realtà un prodotto FOX, azienda che è stata acquistata dalla Disney da qualche tempo.

TRAMA: Jojo è un bambino tedesco che vive in piena seconda guerra mondiale: suo padre è via al fronte e lui vive da solo con sua madre. Jojo è fieramente convinto che gli ebrei siano un problema da eliminare anche se non ne ha mai visto uno, ed anche se i suoi coetanei lo considerano strano per lui non è un problema: a differenza loro, lui può contare su Hitler in persona nelle vesti di suo amico immaginario. Quando però il ragazzino scopre che sua madre nasconde una ragazza ebrea alla legge, Jojo sarà costretto a rielaborare tutto ciò che gli è stato insegnato fino a quel momento da chi per lui è sempre stato un punto di riferimento.

Mary Poppins – il vero significato del primo “non cartone” Disney

9 film per celebrare la Giornata della Memoria
“Il fotografo di Mauthausen” – Recensione

Recensione di Jojo Rabbit

“JoJo Rabbit” è un film assolutamente pieno di pregi, che vanno in lungo in largo dalla regia alla sceneggiatura passando, naturalmente, per la recitazione. Tutto è strutturato in maniera tale che l’orrore del nazismo sia presente a più livelli: in alcune scene in chiave ironica, con battute pungenti che ne svelano ogni ipocrisia, in altre in chiave tragica. Lo stile di regia scelto è assolutamente funzionale in ciò, sa sottolineare con maestria ogni piccolo dettaglio su cui Waititi vuole far concentrare la nostra attenzione. Notevole da questo punto di vista l’introduzione, in cui il comportamento assurdo del piccolo Jojo è paragonato a quello di tedeschi veri grazie a immagini di repertorio.

Il protagonista Jojo non è molto diverso da un qualsiasi bambino dei giorni nostri, ma è solo posto in un contesto sbagliato, che cerca di annientare ogni accenno di infanzia e di inculcare la cultura razzista e violenta del razzismo già in un ragazzino di 10 anni, e che fa combattere il suo migliore amico fregandosene dalla fine indegna che potrebbe fare a soli 11 anni. In tutto ciò, i bambini sono circondati da educatori incapaci, che raccontano loro assurdità e danno loro esempi assurdi: fenomenale in questo la verve sempre comica e autoironica di Rebel Wilson, sempre efficace nei suoi personaggi secondari, ma anche i bulli che Jojo incontra nella prima parte del film – figure fin troppo attuali anche nell’Italia del 2020.

Il lavaggio del cervello di Jojo è così efficace che il suo amico immaginario è proprio un Hitler magistralmente interpretato da un Waititi caricaturale più che mai, che con un’ironia che non svanisce del tutto neanche quando cerca di fare il serio ci mostra sia le incongruenze del nazismo che il delicato percorso di crescita psicologica di un bambino. A far aprire gli occhi a Jojo saranno due personaggi, entrambi interpretati in maniera grandiosa: una madre grintosa, carismatica e ricca di energia e positività anche in questa situazione e un’ebrea che proprio non vuole arrendersi davanti alle atrocità che la vita le sta riservando. Scarlett e Thomasin danno prove davvero egregie in questi ruoli, così come il giovanissimo protagonista: tre generazioni d’attori ci incantano contemporaneamente, rafforzati ciascuno dalle abilità degli altri. In definitiva ci troviamo davanti ad un film davvero ottimo e istruttivo, di cui si consiglia la visione davvero a tutti.

Come guardarlo

Essendo appena uscito nelle sale cinematografiche, Jojo Rabbit non è ancora disponibile in streaming su alcuna piattaforma ufficiale. Di seguito il trailer.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here