I 5 film d’animazione nominati agli Oscar 2021

0
417


Tutti i film d’animazione nominati all’Oscar 2021 hanno un dato comune. Quale? L’approccio al tema della morte uniformemente sicuro e infantile. Scopriamo insieme le caratteristiche principali dei candidati 2021.

Quali sono i film d’animazione nominati agli Oscar 2021?


Anche quest’anno l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha nominato cinque film d’animazione che concorreranno agli Oscar 2021 nella categoria Miglior film d’animazione. Tutti e cinque sono stati definiti, da critici e consumatori, una versione di “divertimento per tutta la famiglia”. Vediamo allora di cosa parlano le 5 proposte che concorreranno all’ambita statuetta.

A Shaun vita da pecora: Farmageddon


A Shaun vita da pecora: Farmageddon. La storia è quella di un alieno a forma di cappello di Babbo Natale di nome Lu-La che atterra sulla Terra, fa amicizia con alcuni animali da fattoria dediti a imprese eroiche di bipedismo e cerca di ritrovare la strada di casa. La pellicola è uno Stop-motion per lo più privo di dialoghi il cui tema nascosto della trama è quello di imparare ad appartenere e far parte di un gruppo, non a caso infatti Lu-La, si riunisce dopo lunghe vicessitudini ai suoi genitori e anche i cattivi sembrano riformati.

Wolfwalkers


Wolfwalkers. Il film è realizzato in 2D tradizionale dai grandi animatori irlandesi del Cartoon Saloon, parla di bambini, tanto per cominciare: una ragazza con un padre single (umano), un’altra con una mamma single (lupo). Il film poi, come si addice ai cartoni animati, finisce felicemente, ma forse eccessivamente felicemente. Mentre le parti entrano in guerra nell’ultima mezz’ora, infatti si è indotti a pensare che almeno uno dei genitori cadrà da un precipizio verso un tragico destino, ma in realtà alla fine, in stile Farmageddon, si riuniscono in un grande abbraccio sorridente, in parte umano e in parte animale.

Onward e Over the Moon

Terzo film d’animazione nominato agli Oscar 2021 è Onward. Il film Pixar, invece, seguendo il filone ”Bambi” fa morire un personaggio all’inizio del film. Stiamo parlando del padre che muore, lasciandosi dietro due figli sconvolti. Per rendere meno tragico il fim però la mamma superstite trova un nuovo fidanzato e i figli trovano un conforto paterno in quest’uomo. Stessa sorte per il film fantasy di Netflix Over the Moon. In questo caso però è la mamma che si ammala, lasciando una figlia sconvolta. Anche qui però, nel tentativo di trovare comunque un lieto fine, il papà vedovo sposa una nuova donna e la figlia trova conforto nella nuova moglie del padre.

Soul


Ma cosa succede se l’adulto che muore all’inizio non è un genitore, ma il personaggio principale? Questo è il caso dell’ultimo candidato dei film d’animazione all’Oscar, il cui titolo è Soul. Un’altra produzione Pixar. Il film segue il musicista di mezza età Joe, che muore, sorprendentemente, al traguardo dei 9 minuti. Il film in questo caso ha una formula diversa da tutti gli altri, oltre ad avere come protagonista per la prima volta per la Pixar un uomo di colore, questo muore all’inizio del film trasformandosi in qualche cosa di diverso.


Soul e le accuse di razzismo


Quale film d’animazione vincerà l’Oscar 2021?


Il favorito sembra essere Soul ma in realtà la ”guerra” all’ambita statuetta è ancora in atto. A onor del vero però queste cinque proposte animate non sarebbero dovute essere da sole. C’è infatti un sesto film dello scorso anno che è degno di elogi quanto meno per l’originalità del tema trattato. Si chiama The Willoughbys, e l’originalità del film Netflix è data dal fatto, sorprendente e originale che i due genitori Willoughby odiano i loro quattro figli Willoughby, e i bambini li odiano a loro volta. A tal punto da desiderare la morte dei primi decidendo di rimanere orfani.

Commenti