Doja Cat pubblica un remix di “Say So” con Nicki Minaj (AUDIO)

Doja Cat è attualmente ai vertici delle classifiche con il brano "Say So". Da oggi la traccia può contare anche su un'altra interprete: Nicki Minaj.

0
827

Doja Cat è sicuramente una delle novità musicali più forti di questo 2020. La rapper e cantante era già nel giro da un po’, ma è soltanto con il suo nuovo singolo “Say So” che ha conquistato il grande pubblico mondiale ottenendo una hit potentissima. Gli ingredienti del resto ci sono tutti: un ritornello pop molto potente ed infettivo, una parte rap solida e grintosa, la grandissima sensualità dell’artista ed un video musicale che sa sfruttarla al meglio creando un’immagine perfetta per il brano. I risultati di questo singolo di lancio sono sotto gli occhi di tutti, e così ora una big della musica “rap pop” ha deciso di fare capolino nel progetto: si tratta di Nicki Minaj, featured artist nel nuovo remix del brano.

In questa versione, “Say So” guadagna decisamente ulteriori punti: Doja Cat rimane nelle vesti di cantante soltanto nei ritornelli, pezzi in cui la sua voce abbastanza flebile riesce comunque a costruire un’atmosfera molto interessante, mentre le strofe cantante in cui la differenza fra lei ed una cantante di altro calibro si notava di più sono completamente cancellate. Nicki e Doja si concentrano dunque su strofe rappate al massimo della loro grinta: entrambe sono due rapper di grande talento, con timbri e flow adattissimi ad una produzione simile, e la loro cooperazione in queste vesti riesce a costruire un brano veramente forte. Doja in questo modo può concentrarsi su quelli che sono effettivamente i suoi punti di forza sul brano, e Nicki le dà man forte con una strofa molto ben fatta posta quasi ad apertura del brano.

Say So: un remix studiato nei minimi particolari

In un caso simile, chi ha curato la produzione di questo remix avrebbe anche potuto optare per sostituire il rap di Doja con quello della Minaj, e lasciare invece che l’artista diventasse in toto la cantante del brano. La scelta di coprire invece la parte cantata dimostra che la casa discografica si è resa effettivamente di quelli che erano i punti di forza del brano e di cosa poteva essere migliorato, ed ha preferito dunque seguire la formula della collaborazione fra due rapper piuttosto che quella più classica del cantante con un rapper nel bridge. Un plauso va dunque a chi ha gestito questa collaborazione, che sicuramente donerà ulteriore slancio al brano.

LEGGI ANCHE: Childish Gambino – 3.15.20 è il nuovo album rilasciato a sorpresa

Commenti