Chubby Checker al Summer Jamboree

0
257
Chubby Checker cover

Ci sarà anche il leggendario Chubby Checker al Summer Jamboree, il Festival Internazionale di musica e cultura dell’America anni ’40 e ’50 più grande d’Europa. 

Chubby Checker: quando si esibirà?


Sale l’attesa per il grande concerto della leggenda del Rock’n’Roll, l’uomo che ha fatto il Twist. Chubby Checker si esibirà mercoledì 3 agosto sul main stage di Piazza Garibaldi. Il suo singolo The Twist (1959) decretò l’ascesa di un’incredibile stella, ma diede il via a quel fenomeno del “ballare spezzando il ritmo”. Chubby lo spiega così: “E’ come spegnere una sigaretta con i piedi e strofinare un’estremità con un asciugamano”. Insomma, il Twist che tutti noi conosciamo. Fu il titolare di una polleria dove lavorava a soprannominarlo “Chubby”, mentre un suo amico organizzò una registrazione privata per il famoso Dick Clark. Quando nel 1959 Chubby registrò The Twist, il successo fu tale che da quel momento ogni sua canzone portò con sé questo nuovo concetto di danza, come in The Jerk, The Hully Gully, The Boogaloo e The Shake. 


Chubby Checker: i Wave Electric aprono lo show

Ad aprire il concerto di Chubby Checker ci saranno i Wave Electric (ITA), band Surf di Milano, con una potente miscela di moderna musicalità progressiva, un pizzico di surf tradizionale degli anni ’60 e tocchi di furia punk rock aggressiva, i Wave Electric hanno trovato uno stile e una musicalità propri, ma senza dimenticare le basi. Il quartetto è fortemente influenzato da hit di musica surf come The Apemen, The Space Cossacks e il leggendario eroe della chitarra a sei corde Dick Dale. Vedere i Wave Electric dal vivo significa ascoltare l’esplosione di energia grezza che scorre nelle vene dei membri della sua band.


I Jolly Rockers e il ritorno agli anni ’50


A chiudere la serata, ormai ospiti fissi del festival, i Jolly Rockers feat. Greg & Max Paiella. Nati nel 1982 a Roma da un’idea di Claudio “Greg” Gregori, i Jolly Rockers si ispirano ai mitici anni ’50. Nel loro repertorio, oltre ai classici del R’n’R degli anni ’50, anche brani di Louis Prima, Louis Jordan, Dean Martin e dei Coasters. Non mancherà un omaggio ai Blues Brothers e ai grandi nomi che hanno segnato quest’epoca e questi generi musicali.

Commenti