Cappuccetto Rosso Sangue – recensione del film horror

"Cappuccetto Rosso Sangue" è un film teen horror, fantasy e sentimentale liberamente ispirato dalla fiaba di Cappuccetto Rosso. Ecco la nostra recensione...

0
535

“Cappuccetto Rosso Sangue” è un film horror, sentimentale e fantasy diretto da Catherine Hardwicke, sceneggiato da David Leslie Johnson e prodotta (fra gli altri) da Leonardo Di Caprio. Il cast include Amanda Seyfried, Gary Oldman, Billy Burke, Shilloh Fernandez ed altri interpreti. Si tratta, come intuibile, di un film liberamente ispirato dalla fiaba di Cappuccetto Rosso, chiaramente declinata in salsa teen horror. Del resto siamo negli anni del successo di Twilight, e l’opera prende molti elementi in prestito proprio dalla saga fantasy a base di vampiri e lupi mannari.

TRAMA: Valerie è una ragazza molto bella ma dilaniata da una situazione difficile da sostenere: promessa in sposa al ricco Henry ma innamorata dell’amico di infanzia Peter, Valerie vive fra le altre cose in un villaggio minacciato dalla presenza di un lupo mannaro. Fra gli abitanti del villaggio ed il licantropo è in corso un patto, ma quando il mostro lo viola le persone decidono di chiamare in causa un cacciatore di lupi mannari. Il nuovo arrivato creerà però più scompiglio del necessario, finché Valerie non avrà una rivelazione che la porterà dritta a casa di sua nonna.

Recensione Cappuccetto Rosso Sangue

Partire da una storia celebre e stravolgerla completamente può dar luogo ad effetti positivi o negativi, in base al modo in cui chi di dovere lavora sulla storia. Nel caso di “Cappuccetto Rosso Sangue” si è puntato purtroppo su molta esagerazione, si è trasformato un personaggio positivo come il cacciatore in qualcosa di assurdamente negativo, e si è basato il resto del film su un contesto sociale da film in costume che ben poco si addice ad un’opera che vuole essere horror. Come se non bastasse, il modo in cui è stata impostata la questione del triangolo amoroso ricorda davvero troppo da vicino Twilight: si tratta però di una versione spenta della celebre saga, priva dei suoi (già pochi) guizzi di originalità e ridotta ad una pantomima stucchevole e perfino noiosa. Difficile accettare che il nome di Leonardo Di Caprio è stato associato a tutto ciò, ma tant’è.

Come se non bastasse, la risoluzione finale risulta semplicemente sconcertante: lo strettissimo legame presente fra Cappuccetto Rosso ed il lupo è sicuramente in grado di offrire una chiave di lettura più metaforica dell’opera, ma concentrandosi soltanto sul film in senso stretto e sulla sua trama appare poco credibile che la protagonista non si fosse resa conto che ci fosse qualcosa di strano alla luce di tutto. In definitiva ci troviamo davanti ad un film che poteva partire anche con buoni presupposti, ma che sicuramente non è stato sviluppato bene.

“Cappuccetto Rosso Sangue” è disponibile in streaming sulle piattaforme Infinity, iTunes, Chili, Rauken TV, TimVision, iTunes, Google Play, YouTube. Di seguito il trailer.

Leggi anche la nostra recensione di Cena Con Delitto Knives Out

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here