Bluem: esce il singolo “Fiamme”

0
283
COVER DI fIAMME, SINGOLO DI BLUEM

Fiamme è il nuovo singolo di Bluem, fuori oggi giovedì 18 novembre, per Peermusic Italy.

Come nasce Bluem?

Bluem è il progetto di Chiara Floris, giovane cantautrice e produttrice sarda classe 1995. Trasferitasi a Londra nel 2014 per studiare musica, inizia a scrivere e produrre i suoi brani originali. Nel 2018 Chiara pubblica da indipendente Picolina, il suo EP di esordio in lingua inglese, composto da tre brani. Il 28 maggio 2021 esce Notte, il suo primo album per Peermusic Italy. Anticipato dai singoli Lunedì, Martedì (che ha conquistato, tra gli altri, Radio Deejay e Rai Radio2), Mercoledi e Giovedì, il disco ottiene ottimi riscontri di pubblico e critica. Questo permette a Chiara di calcare palcoscenici prestigiosi come quello di Romaeuropa Festival e del Mi Ami Fest a Milano.

Bluem: il singolo Fiamme

Minimale e raffinato, intenso ed evocativo. Interamente scritta e prodotta da Bluem, Fiamme si muove su sonorità care ad artiste come oklou e Caroline Polachek, confermando la vocazione internazionale e contemporanea del progetto. La canzone parla di due persone che crescono in direzioni diverse. “Non parla dell’essere opposti, ma del diventarlo”, racconta Bluem. “All’interno del brano, sia da un punto di vista sonoro che tramite le parole, si portano aspetti che ricordano il fuoco e aspetti che ricordano l’acqua. Evidenziare il contrasto e riconoscerlo in quanto qualcosa che può avvenire fra due persone ma anche solo in noi stessi. Diventare l’opposto di ciò che si è stati a volte è guarire”.

La cover

Fiamme è anche suggestioni visive. Nella cover vediamo Bluem immersa in un paesaggio bucolico. La foto è stata scattata in Finlandia. Jasmine Färling, autrice dello scatto suggestivo, racconta come è nata l’idea. “I quadri di Gallen-Kallela [pittore finlandese] erano spesso ispirati […] dalla natura e, successivamente, dal poema epico nazionale “Kalevala” (1985) di Elias Lönnrot, una raccolta di mitologia e folklore in forma di poesia. La Madre di Lemminkäinen” raffigura uno delle poesie di “Kalevala”. Nella storia, il dio Lemminkäinen muore dopo aver cercato di uccidere il cigno di Tuonela. Sua madre, una volta saputo questo, cerca di farlo rivivere rimettendo insieme i pezzi del suo corpo, e riceve un barlume di speranza nella forma di raggi solari che penetrano l’oscurità di Tuonela. Un’ape porta un balsamo di vita, e miracolosamente Lemminkäinen è di nuovo vivo”.

Commenti