27 dicembre 1904 – il debutto a teatro di Peter Pan, il bambino che non voleva crescere

0
869
Peter Pan a teatro

Tra i personaggi nati per l’infanzia e amati dai bambini, certamente Peter Pan si è conquistato un posto d’onore. Impossibile citarlo senza ricordare il classico della Disney uscito nel 1953, ma la leggenda di Peter Pan è nata molto prima che l’immaginario collettivo lo pensasse solo come il ragazzino dai capelli rossi e vestito di verde.

Pare che l’idea da cui nacque l’intera storia di Peter Pan, il bambino che non voleva crescere, fosse partita da una frequentazione del suo autore, sir James Matthew Barrie, con una famiglia composta da una madre vedova e i suoi cinque figli, i Llewelyn Davies. Barrie li incontrava spesso nei Giardini di Kensington, e aveva cominciato a raccontare loro le avventure di questo Peter Pan.

La vita dell’autore non fu sempre felice. Scozzese, penultimo figlio di una famiglia numerosa (dieci bambini), dovette sempre convivere con l’ombra del fratello prediletto, morto bambino. Per cercare di consolare la madre, distrutta dalla perdita, ricorreva persino a vestirsi come il fratello perduto, e il legame con la donna si fece quindi molto forte. Dopo un primo periodo come giornalista, approdato a Londra si reinventò come scrittore, e qui conobbe la vedova con i suoi bambini. Un rapporto profondo, che al tempo fece gridare persino alla pedofilia, come accadde anche a Lewis Carroll, l’autore di Alice nel Paese delle Meraviglie. Ma nulla di tutto ciò venne mai provato, tanto che quando la donna morì Barrie si prese cura dei cinque orfani.

Inizialmente James Matthew Barrie scriveva per il teatro, e così la prima versione scritta di Peter Pan fu un testo teatrale. Il debutto avvenne proprio nella data di oggi, nell’anno 1904. Il successo fu enorme, e pertanto si pensò a farne un libro, da cui poi prese spunto il classico. Del protagonista non veniva mai fornita una precisa descrizione, l’autore lasciava che fosse il lettore a farsi una sua idea del suo aspetto. Si sapevano solo poche cose di lui: che era un bambino fuggito dalla sua casa, che amava suonare il flauto e che sorrideva sempre.

Dopo il 1904 le messe in scena furono moltissime, e Peter Pan fu sempre interpretato da donne, poiché era molto difficile trovare attori giovani che potessero assumere questo ruolo. Il debutto a Broadway come musical è datato 1954, e ancora oggi molte compagnie teatrali lo ripropongono, con immediato entusiasmo da parte del pubblico. Ad interpretarlo anche il compianto Manuel Frattini, nel 2005, nel musical accompagnato dalle canzoni di Edoardo Bennato.

Quanto alle versioni cinematografiche, non c’è che l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda Peter Pan: se però voleste approfondire anche la storia del suo autore, chi vi scrive consiglia il film Neverland – Un sogno per la vita, interpretato da Johnny Depp e Kate Winslet, dove si comprende bene anche il legame di Barrie con i piccoli Davies.

Oggi quindi ricordiamo la prima messa in scena di questa opera straordinaria, che di sicuro continuerà a far divertire grandi e piccoli.

Commenti