1969 – ACHILLE IDOL Rebirth – arriva il re-edit di Achille Lauro

0
207
Copertina di 1969 - ACHILLE IDOL Rebirth

L’album che lo ha lanciato nello stardom ha compiuto un anno la scorsa stagione, ma Achille Lauro non permetterà che sia dimenticato. Annunciata una riedizione di 1969, con l’aggiunta di vecchi e nuovi successi. Prepariamoci all’arrivo di 1969 – ACHILLE IDOL Rebirth.

Il fenomeno Achille Lauro is here to stay – così stanno le cose, e persino lui è determinato a ricordarcelo. È un’onda anomala mediatica e musicale, in ascesa da anni e giunta al suo zenit con lo scorso Festival di Sanremo, e le sue mosse promozionali dimostrano che è perfettamente in grado di cavalcarla. L’album che ha accompagnato la sua ascesa, 1969, è stato rilasciato il 12 aprile 2019, e contiene alcuni dei suoi più grandi successi. Rolls Royce, ad esempio, cantata al Festival di Sanremo dello stesso anno, e l’amatissimo singolo C’est La Vie. E proprio C’Est la Vie sarà, paradossalmente, uno degli inediti nella riedizione di 1969 che Lauro ha annunciato. Si chiamerà 1969 – ACHILLE IDOL Rebirth. La rinascita di un idolo, letteralmente.

Cosa aspettarsi da 1969 – ACHILLE IDOL Rebirth

La vecchia versione di C’Est La Vie conviverà quindi con la nuova, un remix in collaborazione con Fiorella Mannoia. I due hanno già collaborato sulla traccia dal vivo, cantandola assieme ai Seat Awards che si sono tenuti lo scorso 5 settembre. Altre tracce presenti nella riedizione sono i nuovi singoli, rilasciati tra il 2019 e il 2020. Non poteva mancare Me Ne Frego, la canzone con cui Lauro ha scandalizzato tutta l’Italia sul palco dell’Ariston. Un altro singolo molto amato che fa la sua comparsa nella riedizione è Bam Bam Twist, la hit estiva che cita la musica vintage. L’ultimo singolo – per ora – è Maleducata, definito da Lauro stesso “soft porno” sul suo twitter. Vengono poi due tracce nuove, 16 Marzo e Maledetto Lunedì. Grande assente 1990, la melanconica e disinvolta canzone in cui Achille Lauro, ancora una volta, dichiara che “non morirà”. La rielaborazione di Be My Lover dei La Bouche, classico eurodance del 1995, si potrà comunque trovare nell’omonimo album di cover uscito quest’anno. 

1969 – ACHILLE IDOL Rebirth verrà rilasciato il 25 settembre 2020 sotto la Sony Music e No Face Agency. 

Commenti