XF2020: Vergo, N.A.I.P. e la musica italiana

0
2713
Xf2020, Vergo è sempre più spettacolare

XF2020 continua, ed è impossibile non affezionarsi a Vergo mentre si destreggia con Laura Pausini. Anche N.A.I.P. porta avanti un’idea ambiziosa, ma forse troppo anche per lui…

XF2020, N.A.I.P., Bla Bla Bla: perché?

Azzardata e forse fallace, la scelta di Mika ai secondi live di #XF2020, e N.A.I.P. non può farci neinte. Senza nulla togliere al talento di Gigi d’Agostino, che sull’immortale traccia Bla Bla Bla ci ha costruito un lascito da Dj che rimarrà negli annali. Rimane però il fatto che un brano quasi del tutto strumentale, senza un testo costruito sopra (e ne sarebbe capace, a Blind è uscito un ottimo risultato con la traccia di Meduza), non offre molto spazio con cui lavorare nemmeno a una mente vulcanica come quella di Mercuri.

Il risultati è un N.A.I.P. ingabbiato, anche con l’impegno che senza dubbio ci mette a costruire una performance possente con quello che ha. Bla Bla Bla è una di quelle tracce che tutti conoscono, che tutti hanno ballato, e che come è stato fatto notare la sera scorsa, il vero e proprio inno di un’intera generazione. D’Agostino lo basò su Why Did You Do It, traccia del misconosciuto gruppo inglese degli Stretch. Ripete solamente la frase “I’ve been thinking ‘bout what you have done to me”, ho pensato a quello che mi hai fatto. N.A.I.P. era intenzionato a rielaborare la traccia in una parabola esistenzialista, un racconto dell’uomo sin dalla preistoria, quando “viveva come un animale”.

Ma una traccia da discoteca è difficile da riproporre e leggere più di quanto non abbia scrittosopra. Il povero Michelangelo si ritrova quindi bloccato a ripetere all’infinito le stesse parole, in un palco molto limitato nella sua ambizione esistenzialista, e più di quello che tenta di fare non riesce a fare. Salvato dal ballottaggio, per fortuna, per il credito che ha saputo costruirsi alle audizioni e con i suoi irresistibili inediti. In un universo parallelo, a N.A.I.P. è stata assegnata una cover di The Riddle, altro cavallo di battaglia di Gigi D’Ag, e il risultato è molto più vicino alle sue forze. 

XF2020, Vergo e la sua adorata Laura Pausini

“Mia regina”, dice su Twitter in riferimento a Laura Pausini. XF2020 è per Vergo un’occasione di tributare le sue cantanti preferite ed esprimersi in maniera davvero libera. Una popstar completa, un colpo di fulmine queer e rutilante che sa essere romantico senza risultare stucchevole, e coinvolgente senza perdere la grazia. E con una traccia come E Ritorno Da Te non si poteva sbagliare – già al momento del rilascio aveva credenziali illustri, con Gabriele Muccino alla regia del video musicale. Sul palco di XF2020Vergo dedica la traccia a una sua precedente cotta, un ragazzo con il quale aveva una relazione in corso ma che è eventualmente sparito dalla circolazione.

Chissà cosa avrà da pensare nel sentirsi dedicare una traccia così struggente, così sentita, uno degli elementi portanti della carriera di Laura Pausini, una delle più floride e belle della musica italiana. Un amore finito, ma il desiderio di continuarlo. La ricaduta continua nei vecchi errori e nelle passate dipendenze, perché resistere è difficile e di fronte a quegli occhi non esce più l’atteso no. Laura scrisse la traccia assieme a Cheope e riuscì a portarla in terza posizione nella classifica italiana. Nel 2003 ne viene realizzata una versione spagnola, Volveré Junto A Ti, che le ha fatto ottenere un premio agli ASCAP Latin Music Awards. Chissà se queste cose Vergo le sa, o se ci ha pensato. La sua versione della traccia è comunque esplosiva – come una bomba. 

Ci vedremo a XF2020 la settimana prossima, in attesa di nuovi risultati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here