Women’s International Film Festival: tutti i vincitori

0
227
Women's International Film Festival

 Si è conclusa domenica scorsa la 5° edizione del Festival Cinema d’iDEA – Women’s International Film Festival, diretto da Patrizia Fregonese de Filippo, che quest’anno si è tenuta sia in presenza che in diretta streaming sulla piattaforma francese Cinecapsule, a cui hanno partecipato tutti i premiati.

Da chi era composta la giuria?

La giuria di addetti ai lavori – presieduta da Rosa Pianeta (attrice e pittrice) e composta da Lorena Villareal (regista messicana), Lampo Calenda (produttore), Flavia Laviosa (Professoressa di Cinema alla Wellesley University di Boston) e Antonio Falduto (sceneggiatore e regista) – ha premiato come Miglior Film Desrances di Apolline Traoré.

La motivazione

“per il coraggio emotivo, intellettuale e professionale degli autori del film a trattare un tema controverso come la guerra, nei suoi effetti devastanti sulla popolazione civile e per la qualità del racconto e della realizzazione cinematografica”.

Miglior Sceneggiatura

L’iraniano African Violet di Mona Zandi Haghighi si è aggiudicato il premio come Miglior Sceneggiatura assegnato a Hamid Reza Bababeighi.

La motivazione

Per “l’originalità del tema, per la delicatezza con cui viene raccontato e che mai indugia in facili sentimentalismi, e ancora, per la precisazione con cui vengono ritratti i personaggi e le sorprendenti dinamiche dei loro rapporti, libere da ogni prevedibile stereotipo, senza mai tralasciare il contesto culturale e sociale in cui si sviluppano”.

Women’s International Film Festival: Miglior Documentario

Il Miglior Documentario è andato a 6 Angry Women di Megan Jones, un’inchiesta incalzante sul tema dell’abuso.  “Nell’opera c’è il capovolgimento della questione dell’abuso, che in questo caso è perpetrato ai danni di un uomo. Un fatto antico, accaduto in Nuova Zelanda, che rimane, purtroppo, attuale, dopo più di 30 anni.

Miglior attrice

Il premio come Miglior Attrice, assegnato da Domizia De Rosa, Presidente della Women in Film Tv & Media Italia, è andato a Mihaela Stamenkovic per il film serbo Spring Poem di Natalija Avramovic, una coraggiosa opera prima.

Women’s International Film Festival: Colonna sonora

Il premio come Miglior colonna sonora, invece, è andato a Ehsan Sedigh per Janbal di Mina Bozorgmehr e Hadi Kamali Moghadam.

La motivazione

“per aver reso la musica elemento fondamentale e pregnante del film, armonizzandola magnificamente con le immagini, dando così enfasi alla surrealità, alla bellezza e alla sacralità della visione del film stesso”.


Meet the Docs! Film Fest: il festival dedicato al cinema documentario


Commenti