Venerus Magica Musica, debutto “stellare”

0
722
Venerus, cover di Magica Musica

Il debutto del cantante Venerus, Magica Musica, è un tributo a tutto quello che lui adora, in primis la fantascienza. Tra cantautorato e rap, è “letteralmente” nata una stella.

Venerus: di che parla Magica Musica?

Il cantautorato italiano ha una nuova stella: il cantautore milanese Andrea “Venerus” ha appena debuttato con Magica Musica. Un lavoro creato a diretto contatto con i fan, spesso attraverso social network come twitch, e un racconto molto personale direttamente dal suo autore. In esso, l’artista racconta la sua passione per l’astronomia e la fantascienza, trasmessa a partire dal suo nome. Si fa accompagnare da ospiti come Frah Quintale, Rkomi, Gemitaiz e Calibro 35, e si affida ad alcuni dei migliori produttori del momento. 

Nella diretta Viaggio Cosmico, trasmessa sul suo canale Twitch intitolato Asian Fake, Venerus ha raccontato il processo creativo che ha portato alla costruzione di Magica Musica. Quattro ore di avventure nello spazio in realtà virtuale, in contatto diretto con l’artista. Tra le sue influenze figura un elemento esterno dal mondo della musica, l’ingegner Franco Malerba, il primo astronauta italiano. Nel 1992, anno di nascita di Venerus, Malerba compì il suo primo viaggio nello spazio. L’amore e l’ammirazione per la sua figura rappresenta solo uno dei fuochi alla base di Magica Musica, che nelle sue sedici tracce combina soul, R&B ed elettronica. 

Le ispirazioni di Venerus

Le tracce compiono un percorso ascendente nel loro racconto dello spazio e della terra. Non mancano le citazioni anche al genere classico della fantascienza, come in Brazil. Prevalentemente Venerus utilizza Magica Musica come outlet per raccontare momenti, scene ed immagini – come una foto del cielo da una fotocamera sperimentale. Eppure, allo stesso tempo, foto di interni: a livello figurato, a volte, come con Fuori! Fuori! Fuori!, nata da una conversazione dell’artista con Frah Quintale sull’arredamento degli interni. O anche interni metaforici, pensieri intimi. Come l’amore in Luci, un amore lontano e fluttuante, raccontato tramite strumenti spesso distorti. 

L’animo sensibile e riflessivo di Venerus emerge in superficie in ogni traccia. Molte provengono da ispirazioni causali, emerse sul momento, e trasmesse velocemente nei momenti in cui fanno la loro comparsa. Dalla melanconia da lockdown di Cosmic Interlude all’angoscia di Solo Dove Vai Tu: ciascuna traccia è un quadro completo. Venerus debutta bene in Magica Musica, e aggiunge all’indie una visione particolare, meno tradizionale. 

Qui per seguire Venerus

Amate la musica italiana? Qui le ultime notizie sui Maneskin

Commenti