Don Naive Daddy Cool: rap non tossico, si può?

0
348
Don Naive, cover di Daddy Cool

Don Naive, prima noto come El Don, si fa un nome nella scena hip-hop underground con Daddy Cool. Riprende il titolo di una canzone dei Boney M, ma ha ben altro da raccontare – una mascolinità diversa per un rap più salutare

Qual’è il piano di Don Naive con Daddy Cool?

Musica urban queer-friendly? Oggi si può. Tra l’esperienza in ascesa di Achille Lauro e l’esperimento di Vergo a X-Factor – più R&B/reggaeton, ma di simile ispirazione – si iniziano a percepire delle crepe nella veste di machismo di cui il genere era consueto vestirsi. Anche in America la facciata dura del genere si sgretola di fronte al successo di Lil Nas X, artista gay out e spesso genere non conforming nella presentazione. E l’ultimo passo avanti della rivoluzione, sopracciglia glitterate d’argento e lunghe unghie laccate, si chiama Don Naive: Daddy Cool è il suo ultimo rilascio. 

Un tempo conosciuto come El Don, Don Naive porta il suo percorso artistico a un passo avanti con un singolo che già dal titolo porta un ascendente illustre: Daddy Cool è infatti il titolo di una celebre hit dell’era disco, una delle più rappresentative del quartetto dei Boney M – oggi ricordati per l’assurda Rasputin. La vecchia Daddy Cool parla di un uomo accattivante, che attira a sé tutte le belle ragazze nei paraggi e conquista la loro devozione. Don Naive lo sa bene, e nella sua Daddy Cool gioca con lo stereotipo machista del rap, sovvertendolo. 

Lusso, non tossicità

Un’immagine altrettanto ricca e lussureggiante, la stessa sicurezza di uno Sfera Ebbasta o di un Gue Pequeno. Niente di inferiore, ma niente di negativo: no al desiderio di dominare sulle donne, sfoggiare ricchezza in modo acritico e mostrarsi come un “maschio” ideale. È possibile vivere il rap senza cliché negativi, questo è il messaggio forte e chiaro di Naive e Daddy Cool. E con un flow veloce e fermo, nonché la valida produzione di Ghimora, l’esperimento risulta efficace. E non ha mancato di irritare alcuni dei più integralisti: i commenti su YouTube sono infatti bloccati.

Don Naive fa parte del collettivo LCC Familia, uno dei pionieri del G-Funk all’italiana. Ha all’attivo singoli come Mamacita, hit di Spotify da più di 100 milioni di ascolti. Non ha ancora pubblicato un disco completo, ma può vantare il mixtape Ego. Altri singoli sono Mindblow, Non Mi Dire Di No e Royal Blue. 

Qui per seguire Don Naive su Instagram

Vi piace Don Naive? Allora vorrete scoprire qualche notizia su Achille Lauro

Commenti