The Card Counter: trauma e mistero nel nuovo film di Schrader

Le prime dichiarazioni direttamente dalla conferenza stampa del nuovo film del regista-sceneggiatore

0
451
The Card

Una leggenda del mondo della sceneggiatura passa dalla penna alla macchina da presa presentando in concorso a #Venezia78 il suo nuovissimo lavoro, The Card Counter in uscita nelle sale italiane il 3 Settembre. Paul Schrader torna alla regia con un film complesso e psicologicamente impegnativo. Con lui in conferenza stampa Oscar Isaac, Tiffany Haddish e Tye Sheridan.

The Card Counter: un incontro fortunato?

La redenzione e il passato. Due elementi che accomunano gli esseri umani e ci danno modo di empatizzare con il protagonista. Un personaggio oscuro, violento e con un passato ingestibile. Come lo stesso Isaac ha raccontato in conferenza stampa il rapporto tra lui e Schrader è un qualcosa di maturato nel tempo che risale alle sue prime audizioni dopo aver lasciato la scuola di recitazione. Uno scambio reciproco che è andato avanti per anni finchè il regista non ha trovato il ruolo più adatto per lui. Un reduce, un reietto, un uomo che sembra non aver ancora capito come perdonarsi. The Card Counter si posiziona in linea con i progetti precedenti di Paul Schrader.

Paul Schrader durante la conferenza stampa di The Card Counter a Venezia 78

Mai come questa volta il protagonista è la rappresentazione di un uomo avvolto dal mistero che cerca continuamente di sfidare la fortuna. Un’ idea di scommessa e di sfida che ritorna sempre anche nelle parole degli interpreti. “Quando mi iscrissi alla Julliard non mandai domanda in nessun altro luogo. Era un prendere o un lasciare” le parole di Isaac racchiudo a pieno l’idea di sfida personale che permea anche il film. O bianco o nero. Mai grigio. Per realizzare il personaggio di William Tell infatti Schrader sembra essersi ispirato a pellicole (come per esempio Taxi Driver) che hanno come protagonisti “personaggi colpevoli che ottengono il perdono dalla società ma non da loro stessi.”

L’ importanza del comico

Non è la prima volta che Schrader inserisce in un cast prettamente drammatico un interprete comico. Questa volta la scelta è caduta su Tiffany Haddish, che secondo quanto dichiarato dall’attrice, ha inserito all’ interno di The Card Counter un nuovo livello di leggerezza. Secondo il regista la vera difficoltà di trattare con un’attrice comica e con il suo background risiede nel trovare una nuova dimensione riguardo l’ interpretazione. “Da Martin Scorsese ho imparato che scritturare comici è una scelta sicura, perchè sanno come portare su schermo grandi personaggi” ha dichiarato davanti ai giornalisti.

Schrader-Scorsese: una collaborazione di lunga data

Un altro tema trattato durante la conferenza è stato il rapporto tra Scorsese e lo stesso Schrader. Dopo una collaborazione di 4 film i due sembrano essersi allontanati nel momento in cui lo sceneggiatore ha iniziato a “pensare” come un regista. Al momento i due stanno collaborando per un format televisivo, augurandosi di poter lavorare nuovamente insieme al cinema “alla fine della loro carriera”. Il discorso di Schrader è ricaduto sull’ idea del cinema e sull’essere entrato in contatto con esso prima della digitalizzazione. I media digitali hanno cambiato il cinema e la sua esperienza e i registi sembrano essersene finalmente accorti.

Oscar Isaac durante la conferenza stampa di The Card Counter a Venezia 78

Immergersi nel personaggio

Grande importanza è stata data, durante la conferenza, al lavoro interpretativo fatto da Isaac per la preparazione al film. Un periodo di immersione totale fatto di training con giocatori di carte professionisti ma soprattutto un percorso recitativo basato sul “togliere”. Il film tratta non solo dell’esperienza traumatica di un singolo individuo ma quella di migliaia di soldati reduci dai conflitti più disparati. Un lavoro di immersione fatto anche attraverso la lettura di The Book Keeps the score, consigliato dallo stesso regista per riuscire a catturare meglio il concetto di trauma personale. The Card Counter sembra voler raccontare la disperazione del disturbo da stress post traumatico e di un uomo che non si sente ancora in pace con se stesso e con i propri demoni interiori.


The Card Counter: con Oscar Isaac in uscita a settembre


The Card Counter: quando ci sarà l’anteprima?

L’anteprima di The Card Counter si terrà questa sera alla Biennale di Venezia.

Commenti