Stay Home Live Lounge: il mega live della BBC con Dua Lipa, Chris Martin e…

Dua Lipa, Chris Martin, Rita Ora, Jess Glynne e 5SOS sono soltanto alcuni degli artisti coinvolti in "Stay Home Live Lounge", grande evento targato BBC.

0
1478

Il Live Lounge è uno degli spettacoli musicali più rinomati fra gli amanti della musica anglofona, ed uno degli show radiofonici di punta della BBC, al punto da essere trasmesso da anni anche in televisione. Il format è semplice: svariate superstar musicali, britanniche e non, sono ospiti per cantare sia dei brani appartenenti al loro repertorio che almeno una cover a scelta – o un medley di cover, come accade a volte. Due è il numero minimo di performance, ma non mancano esempi di occasioni in cui un artista ha cantato più brani tratti dalla sua discografia, in alcuni casi andando anche a ripescare pezzi vecchi che non eseguiva da tempo. Ebbene, dopo gli illustri esempi arrivati dall’estero, la BBC ha deciso di partire da questo format per organizzare una mega performance intitolata “Stay Home Live Lounge”.

Gli ospiti coinvolti

Sono numerosissimi gli artisti che hanno deciso di partecipare a questo show: 5 Seconds of Summer, AJ Tracey, Anne-Marie, Bastille, Biffy Clyro, Celeste, Chris Martin, Dermot Kennedy, Dua Lipa, Ellie Goulding, Grace Carter, Hailee Steinfeld, Jess Glynne, Mabel, Paloma Faith, Rag’n’Bone Man, Rita Ora, Royal Blood, Sam Fender, Sean Paul, Sigrid, YUNGBLUD e Zara Larsson, per essere precisi. Gli artisti sono stati chiamati in causa per registrare dalle loro abitazioni delle cover di uno stesso brano, “Times Like This” dei Foo Fighters, dopo di che i loro video sono stati montati in un’unica, grandiosa performance che è stata pubblicata sul canale YouTube di Live Lounge. Il montaggio è stato curato dal produttore discografico Grammy-winner Fraser T. Smith.

La finalità di Stay Home Live Lounge

I proventi della vendita di questo singolo in UK, sommati ai fondi raccolti durante la trasmissione The Big Night Insaranno destinati alla BBC Children in Ned e Comic Relief, mentre i proventi della vendita internazionali andranno a WHO’s COVID-19 Solidarity Response Fund. Un progetto insomma degno di ogni lode, che speriamo possa costituire un aiuto concreto.

LEGGI ANCHE: One World Together At Home: fuori album live, ecco com’è andata

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here