Shanghai svela i film in concorso nell’edizione 2021

0
221
The Reversed Path

Shanghai International Film Festival: la categoria lungometraggi è composta da 13 titoli internazionali, tutti in prima mondiale, in lizza per otto premi. Questi includono tre dalla Cina; The Chanting Willows di Dai Wei, The Grace Ends di Wu Di e Manchurian Tiger di Geng Jun.

Da quali nazioni arrivano i film al Shanghai International Film Festival?

L’unico altro titolo asiatico è Barbarian Invasion del regista malese Tan Chui Mui che appare anche nel film come attrice protagonista. Il resto della formazione proviene principalmente dall’Europa e dal Medio Oriente, come The Father Who Moves Mountains del regista rumeno Daniel Sandu, The Contrary Route del regista iraniano Abolfazl Jalili e Neighbors del regista curdo-svizzero Mano Khalil.

Shanghai International Film Festival: la giuria

Fanno parte della giuria il regista cinese Huang Jianxin come presidente della giuria, il regista di Singapore Anthony Chen, l’attore/regista cinese Deng Chao, l’ex capo del festival del cinema di Venezia Marco Müller, la produttrice francese con sede in Cina Natacha Devillers e l’attrice cinese Song Jia.

Altre categorie

I Golden Goblet Awards hanno anche categorie per animazioni, documentari e cortometraggi, che saranno giudicati da giurie separate. La cerimonia di premiazione fisica si svolgerà il 19 giugno.

Record di candidature

Secondo il SIFF, quest’anno sono state ricevute un record di 4.443 candidature da 113 paesi e regioni. Durante il festival verranno proiettati più di 440 film, di cui 73 in anteprima mondiale e 42 in anteprima internazionale. La formazione completa, compresi i nominati per gli Asian New Talents Awards, sarà annunciata presto.

Festival in presenza

Il SIFF di quest’anno sarà un evento prevalentemente fisico. La maggior parte delle proiezioni di film sarà di persona e si terrà in 40 cinema a Shanghai. In conformità con le normative COVID-19, tutti i biglietti saranno venduti solo online e la capacità dei posti non dovrebbe essere superiore al 75%. (Shanghai International Film Festival)

Shanghai International Film Festival: Film in concorso

Amateurs (Poland)
Dir. Iwona Siekierzyńska

Barbarian Invasion (Hong Kong, China/Malaysia)
Dir. Tan Chui Mui

The Chanting Willows (China)
Dir. Dai Wei 

The Conscience (Russia)
Dir. Alexey Viktorovich Kozlov 

The Contrary Route (Iran)
Dir. Abolfazl Jalili 

The Father Who Moves Mountains (Romania)
Dir. Daniel Sandu 

Future Is A Lonely Place (Germany)
Dirs. Martin Hawie, Laura Harwarth

The Grace Ends (China)
Dir. Wu Di 

Manchurian Tiger (China)
Dir. Geng Jun 

Neighbours (Kurdistan/Switzerland)
Dir. Mano Khalil 

Pure White (Turkey)
Dir. Necip Çağhan Özdemir 

Since August (US/Georgia)
Director: Diana Zuros 

To Feel (Russia)
Dir. Vitaliy Saltykov 

Animazione

Even Mice Belong In Heaven (Czech Republic/France/Poland)
Dirs. Denisa Grimmová, Jan Bubenícek 

Gulliver Returns (Ukraine)
Dir. Ilya Maksimov 

New Happy Dad And Son 4:Perfect Dad (China)
Dirs. He Cheng, Liu Kexin 

Realm Of Terracotta (China)
Dir. Lin Yongchang 

Tarsilinha (Brazil)
Dirs. Celia Catunda, Kiko Mistrorigo 

Shanghai International Film Festival: Documentari

All In (China)
Dir. Zhou Hao 

Fort Apache (Italy)
Dirs. Ilaria Galanti, Simone Spampinato

Kodokushi (Turkey/Japan)
Dir. Ensar Altay 

Mayor, Shepherd, Widow, Dragon (Bulgaria/Germany)
Dir. Eliza Petkova 

Sisyphus (Mexico)
Dirs. Santiago Mohar Volkow, Nicolás Gutiérrez Wenhammar

Commenti