Residue di Merawi Gerima, alle Giornate degli Autori, venezia 77

0
554
Residue di Merawi Gerima
Residue di Merawi Gerima, alle Giornate degli Autori, Venezia 77

Residue di Merawi Gerima, alle Giornate degli Autori, Venezia 77.

Con Residue abbiamo il potente esordio di Merawi Gerima, ambientato a Washington, sui prodromi di black lives . Film che affonda davvero i denti nel nucleo di ciò che costituisce una comunità. Si presenta come un collage di ricordi e momenti definitivi che interrompono e si intrecciano in una narrativa estremamente attuale del protagonista Jay che torna a casa in Q street a DC per girare un film.


Giornate degli Autori,Venezia 77 tra Pink Floyd e Nilde Iotti


Trama

Quando Jay torna a casa, la gentrificazione ha reso irriconoscibile il suo quartiere. Demetrius, il suo migliore amico ai tempi dell’infanzia, è scomparso. Tra quelli rimasti, nessuno si fida e risponde alle sue domande. La frustrazione aumenta quando comprende di essere diventato un estraneo nella sua città, attaccato da tutti i lati. Jay, allora, fa visita al suo ultimo amico, Dion, in carcere. Un incontro che gli lascia un senso ulteriore di impotenza e rabbia. Alla fine, anche su Jay, per un banale diverbio, incombe lo stesso destino che ha colpito i suoi amici.

Merawi Gerima

Quando frequentavo le scuole medie, i miei genitori fecero le valigie per trasferirsi in una zona diversa di Washington. Ogni volta che torno nel mio vecchio quartiere, un altro amico d’infanzia se ne è andato, è scomparso, è in carcere o è stato ucciso. Un quartiere vivace che nel corso del tempo è stato annientato dallo spaccio di droghe, dai disinvestimenti e dagli eccessi della polizia. Ora, a parte le poche poche famiglie sopravvissute, non troverai alcuna traccia della nostra esistenza. Il quartiere è stato raso al suolo. Si ha come l’impressione che la nuova e luccicante comunità abiti là da sempre, come se quel luogo non sia stato costruito sulle nostre ossa. Residue è il mio tentativo, con le parole di Dominique Christina, di “rimpolpare quelle ossa”.

Merawi Gerima è un regista nato a Washington. Un’origine che ha caratterizzato il suo lavoro e il suo interesse per la comunità. Residue, il suo primo lungometraggio, è il frutto di un’impresa collettiva, resa possibile proprio dallo sforzo di quelle stesse persone che il film prova a rappresentare.

Regia Merawi Gerima

Sceneggiatura Merawi Gerima

Durata 90′

Paesi Stati Uniti

Interpreti Obinna Nwachukwu [Jay], Dennis Lindsey [Delonte], Taline Stewart [Blue], Derron Scott [Mike], Jacari Dye [Jay, giovane, Julian Selman [Demetrius, giovane], Melody Tally [Lavonne], Ramon Thompson [Reggie]

Commenti