Oriente a ruota libera: anime e videogiochi

0
602
Set of digital devices screen mockup

Oriente a ruota libera: il cuore di anime, manga e videogiochi

Questa nuova rubrica è stata ideata da me personalmente: Kevin Schettino. L’idea che avevo in mente era quella di coniugare le mie più grandi passioni. Anime, manga e videogiochi con il lavoro che svolgo.

Oriente a ruota libera, Kevin Schettino

I cartoni dell’infanzia

L’idea di Oriente a ruota libera ha origini “antiche”. Mi sono avvicinato al mondo delle opere giapponesi ormai 12 anni fa. Ho iniziato con il vedere i grandi classici, come Dragon Ball, Naruto, Mazinga, Ken Shiro e tutti i grandi dell’epoca. All’inizio, confesso, che non capivo la differenza, fra una di quelle opere ed un “normale” cartone. Capite anche voi che agli occhi di un bambino, le avventure di Tex, Dylan Dog, Hanimichi Sakuragi e Vash The Stampede, sembrano uguali. Quel bambino non è interessato a nazioni, lingue o culture. Lui vuole un compagno di avventure pronto a raccontargli tramite, fumetti, cartoni, anime, manga e videogiochi, un’avventura incredibile. Un percorso, una storia che lo facciano evadere e far volare con l’immaginazione fuori dalla grigia e monotona vita.

Il logo della prima serie di Dragon Ball, Oriente a ruota libera, Kevin Schettino
Il logo della prima serie di Dragon Ball

Latte, cereali e anime

Gli anni passano e in men che non si dica mi sono ritrovato alle elementari. Ricordo ancora, appena sveglio, dopo i soliti capricci per non andare a scuola, mi piazzavo lì, davanti alla TV. Ogni lamentela, pianto o forma di resistenza veniva interrotta dall’ora sacra. Un orario particolare che andava dalle 7:00 alle 8:30. In questo lasso di tempo sapevo che quella scatola, fonte di suoni e immagini avrebbe emesso una cosa in particolare: i cartoni.

Orinte a ruota libera. La statua di Mazinga a Tokyo. Kevin Schettino
La statua di Mazinga a Tokyo

Incredibile come ancora adesso ricordi l’ordine esatto in cui venivano trasmessi. All’epoca il mio cervello iniziava a trarre una conclusione: «Questi mi sembrano diversi!».

Dalla presa di coscienza all’Oriente a ruota libera

Le prime ricerche fatte grazie alle riviste in edicola, ai primi forum online e alle prime console di spessore. Anime. Questo è il frutto della mia ricerca, è anche il seme che ora voglio far germogliare. La cultura orientale è molto diversa dalla nostra. Le motivazioni sono innumerevoli. La lontananza geografica, 9.723 km, è la distanza che separa l’Italia dal Giappone. La storia che ci ha visti interagire solo dopo la Seconda Guerra Mondiale. Gli alfabeti e le lingue totalmente opposte. Queste sono solo alcune delle svariate differenze fra le due civiltà.

Oriente a Ruota libera. Una scena di "Drifters" dove l'aviatore giapponese Naoshi incontra Publio Cornelio Scipione. Kevin Schettino
Una scena di “Drifters” dove l’aviatore giapponese Naoshi incontra Publio Cornelio Scipione

Oggi 16 maggio 2020, se giriamo l’angolo, accendiamo la TV o guardiamo la marca del nostro cellulare, capiamo una cosa. Le culture distanti 9.000 km sono arrivate qui da noi. Un tragitto durato 40 anni li ha portati in Europa e nel mondo. Il K-Pop, la cinematografia giapponese ed il cibo thailandese, sono solo alcuni degli ultimi arrivati. Qui nasce Oriente a ruota libera.

I BTS, il più famoso gruppo K-Pop,
I BTS, il più famoso gruppo K-Pop

L’obiettivo di questa rubrica è di aprire gli orizzonti delle persone che ancora ora non conoscono gli anime, manga e videogiochi. Creando recensioni su queste opere, partendo dalle più conosciute, passando per le gemme nascoste e le nuove uscite. Oriente a ruota libera vuole anche colpire il cuore dei nostalgici come me. Questa rubrica si pone anche l’obiettivo di creare contenuti di approfondimento, sempre all’avanguardia su questi temi. Oriente a ruota libera sarà qui, anche per informarvi sulle nuove uscite e per creare e strutturare un dialogo con voi per sapere i vostri pareri e domande.

La presentazione del nuovo arco narrativo di Bleach, fatta dal canale ufficiale della Shonen Jump

Ringraziamenti da Kevin Schettino

Io, Kevin Schettino, ringrazio tutti coloro che sono arrivati alla fine dell’articolo. Spero che tornerete a leggere il primo articolo della rubrica. Quest’ultimo, uscirà domenica 17/05/2020, l’argomento? Mi sento generoso e vi regalo un indizio. Una pietra può essere un dottore?

Vi piace la nuova idea della rubrica? Cosa vorreste vedere? Apportereste delle modifiche? Che argomenti trattereste? Scrivetecelo!!! Un saluto da Kevin Schettino e arrivederci al prossimo articolo di Oriente a ruota libera.

Fonti: Animeclick, Shonen Jump Official.

Commenti