“More Heroes” – Riflettori sul Punk: Klaxon

0
654

“More Heroes” è una rubrica dedicata alla scoperta dei più grandi nomi che hanno fatto la storia del punk, molti dei quali non conosciuti adeguatamente come meriterebbero. Oggi i riflettori sono puntati sui Klaxon.

1979-1985.

I Klaxon nascono a Roma nel 1979. Ancora oggi in attività, rappresentano una delle band più longeve nella storia del punk italiano. La formazione comprende Andrea Morelli al basso e alla voce, Lorenzo Tovoli alla chitarra e Fabrizio Ferraro alla batteria. Tale lineup è rimasta invariata per quasi tutta la loro carriera, fatto più unico che raro nella storia del genere.

D’appartenenza alla corrente street punk, la band deve aspettare il 1983 prima d’esordire in concerto al Uonna Club di Roma. L’anno successivo pubblicano il primo omonimo EP che riscuote nell’ambiente un buon successo. Uno dei suoi brani, “Prisoners”, viene addirittura inserito in cima alla classifica Punk Charts Italia del giornale “Rockerilla.”

Copertina del primo EP

Nonostante ciò i Klaxon si sciolgono nel 1985, non prima d’essere apparsi nella compilation “Quelli Che Urlano Ancora” assieme ad altri gruppi Oi! quali Dioxina, Cani, Nabat e Rough. I vari componenti seguiranno diversi progetti personali prima di riunirsi.

La reuinion del 1995 e seconda giovinezza

Dopo dieci Morelli, Ferraro e Tovoli decidono di rifondare i Klaxon e s’imbarcano in tour che tocca i principali centri sociali italiani. E’ l’inizio del secondo prolifico periodo della band a cui nel 2000 s’aggiunge in organico il secondo chitarrista Roberto Moschetti. L’anno successivo aprono il concerto degli Ska-P e nel 2005 ricevono dal MEI (Meeting Etichette Indipendenti) il premio alla carriera.

Nello stesso periodo incidono tre album: “100 Celle City Rockers” (1996), “Vita Agra” (2002, con il batterista Luca Mariani che ha militato per qualche mese dei primi anni 2000) e “Brutti Sporchi e Cattivi…” (2009).

Ultime prove. Quale futuro attende la band?

Nel 2013 Ferraro lascia definitivamente i Klaxon e il suo posto è preso da Peppe Gugliotta, ex Banda Bassotti.

L’anno seguente viene rilasciato, in doppio formato LP e CD, l’album “Anime Corsare” in collaborazione con un’altra band romana, Gli Ultimi. Per l’occasione la copertina viene realizzata dal fumettista Zerocalcare.

Copertina di “Anime Corsare”

Negli anni la band ha rilasciato diverse compilation. Tra esse va menzionata “Best 1996:2016” in cui è contenuto l’inedito “La Divisa…Divide” scritto da Tovoli assieme a Roberto Perciballi dei Bloody Riot, scomparso nello stesso anno.

Lo scorso settembre i Klaxon hanno annunciato di essere al lavoro su un nuovo album il cui titolo è “Tutti Contro Tutti.”

Canzoni consigliate:

Commenti