Melanie Martinez, ‘After School’ – Recensione

Un cambiamento musicale che rende After School coeso e magico

0
463

Melanie Martinez ha rilasciato ieri venerdì 25 settembre, il suo attesissimo EP “After School”. È il più grande cambiamento nella sua carriera fino ad ora e ripaga. 

I fan della Martinez sapevano che l’EP sarebbe arrivato poiché è stato annunciato poco dopo l’uscita del suo album e del film di accompagnamento “K-12“. Tuttavia, i fan non si aspettavano il suo rilascio in qualche modo a sorpresa poiché è stato annunciato ufficialmente solo giovedì mattina. 

L’EP ha un suono notevolmente diverso rispetto al lavoro passato dell’artista su “Cry Baby” e K-12 “sia dal punto di vista sonoro che dei testi. La discografia musicale di Melanie Martinez racconta collettivamente la storia del suo personaggio alter ego Cry Baby, “Cry Baby” che dettaglia le origini dei personaggi da bambina e “K-12” che mostra il viaggio del personaggio attraverso la scuola. 

Entrambi gli album sono versioni esagerate della vita dell’artista plasmate in una scrittura basata su storie contenenti metafore di soggetti oscuri che vanno dai disturbi alimentari all’oggettivazione delle donne. 

Quindi, gli album precedenti erano concettuali e contenevano suoni che riflettevano esperienze infantili e scolastiche. Per “After School”, Melanie Martinez, per la maggior parte, ha abbandonato l’alter ego di Cry Baby e si è concentrata su se stessa. Questa decisione di scrivere dal suo punto di vista puramente e creare suoni ha voluto dar vita a un corpo di lavoro sperimentale e meravigliosamente coeso. 

Il primo cambiamento evidente che gli ascoltatori noteranno è l’abbandono del suono caratteristico di Melanie Martinez. Mentre i resti di esso esistono ancora attraverso i rintocchi stravaganti negli strumenti, il suono dell’EP è molto più alternativo e basato sull’R&B piuttosto che il suo pop oscuro di solito sintetico. 

Questo non è reso evidente solo dagli strumenti, ma anche dallo stile di canto e dal flusso che l’artista assume. Dal primo brano Notebook, si apre con un ritmo veloce che rispecchia gli stili R&B dei primi anni 2000 e attuali, lamentandosi di un fidanzato passato che non l’ha trattata adeguatamente. Questo stile continua per tutto l’EP, particolarmente evidente in brani come Numbers e Field Trip

L’unica traccia che ricorda più da vicino il suo lavoro passato è The Bakery per via del suo tema e della sua scrittura stravagante, così come il titolo ricorda le canzoni precedenti Cake e Strawberry Shortcake

The Bakery è sostanzialmente il primo singolo di questo EP e ne è stato girato anche un video per la canzone. Il video musicale consolida davvero la nuova direzione della carriera della Martinez poiché, sebbene possa contenere immagini infantili con immagini di conigli umanoidi e colori pastello, presenta anche l’artista che rivela abiti che ballano in stile R&B. Nel video erano presenti anche immagini astrologiche che ne riflettono il pesante utilizzo nell’EP, il brano Field Trip ne è il primo esempio. 

La grande attenzione per l’astrologia porta avanti un altro grande cambiamento, ma ancora accettato, nella musica di Melanie Martinez. Come persona è molto interessata all’astrologia e si afferma come empatica. Detto questo, l’artista parla direttamente di se stessa dalla sua prospettiva piuttosto che attraverso la lente dell’alter ego Cry Baby. 

All’inizio è molto stridente sentire l’artista parlare di se stessa, ma man mano che le sette canzoni passano, cresci per accettarlo e trovarlo felicemente rinfrescante. In conclusione “After School” presenta un lato diverso di Melanie Martinez che nessuno si aspettava  L’EP è musicalmente coeso e allettante per le orecchie con le sue influenze alternative sadiche e con i ritmi R&B.

Dal punto di vista lirico l’EP offre una scrittura poetica che dipinge un’immagine mantenendo un tono angoscioso generale, elevato solo dall’uso della gamma vocale di Melanie Martinez visualizzata attraverso i sette brani. 

“After School” non è stata necessariamente una mossa rischiosa per la Martinez, ma sicuramente ha offerto un grande cambiamento. Ha ripagato il fatto di rilasciare la migliore musica nella sua discografia. Voto 4/5

Commenti