Il “Momento perfetto” di Ghemon a Sanremo 2021

0
282
Ghemon
Ghemon

Ghemon sarà tra i 26 big di Sanremo 2021 con il singolo “Momento perfetto”. L’artista ha già calcato il palco del Teatro Ariston due volte, gareggiando nel 2019 con il brano Rose Viola, e come ospite della serata dei duetti, per cantare Adesso con Diodato e Roy Paci nel 2018.

Il nuovo disco dell’artista “E vissero feriti e contenti”

Il brano sanremese “Momento Perfetto” si inserisce nell’ultimo disco dell’artista avellinese, in uscita a marzo. L’album “E vissero feriti e contenti” svela una nuova cifra di Ghemon, una “nota” che, come lui stesso ammette, non era ancora mai stata ascoltata. Un lato più ironico, divertito che ha “voglia di vivere la vita”. A simboleggiare questa nuova visione artistica ed esistenziale, il desiderio di vivere al meglio il presente ed aprirsi alla vita, in tutte le sue sfaccettature, è il gatto in copertina dell’album. “Il gatto è simbolico. Questo è il mio settimo album ed i gatti hanno sette vite: io sento di averne vissute altrettante“.

Nel presentare il nuovo disco da cui è tratto il brano in gara a Sanremo 2021, Ghemon parla di un album del tutto nuovo, non solo nello stile delle canzoni che racchiude ma, anche e soprattutto, nella modus operandi che ha portato alla sua creazione. “Ho sempre scritto in solitudine. Questa volta, invece, c’è stato un lavoro corale, di squadra. Sembra assurdo, ma nell’anno delle distanze sono fiero di aver creato un team che ha lavorato accoratamente per mandare un messaggio, per fare della musica nuova”.

Un nuovo stile, lo stesso Ghemon

Il nuovo album “E vissero felici contenti” si culla tra stili e melodie diverse attraverso i quali Ghemon racconta in maniera nuova il suo mondo. “Sono sempre stato un poeta solitario, malinconico. Questa volta, invece, ho deciso di trattare situazioni quotidiane, ma con la stessa poetica, con eleganza per renderle ugualmente raffinate ed interessanti. Mi sono molto divertito“, le sue parole. Poi, parlando del titolo, spiega: “É arrivato senza pensarci. Riassume quello che sto vivendo io, che stiamo vivendo tutti. Non volevo creare un album malinconico, volevo celebrare la vita e penso che l’ossimoro del titolo lo faccia alla perfezione. Ricorda quello che siamo stati e che vorremmo essere. Nella vita si prendono botte, si danno botte e si tiene botta“.

Ghemon in gara a Sanremo 2021

“Si tratta di un brano non esistenzialista ma realista. Non entro in punta di piedi, parlo apertamente e dico la verità“: così, Ghemon descrive il brano che presenterà a Sanremo 2021 tra qualche giorno. “Ho preparato una performance energetica che animi il brano ed esprima al meglio il messaggio del testo. Voglio che il mio corpo reciti le parole”. Poi, esprimendosi sulla “solitudine” che siederà in platea all’Ariston ha detto: “Non sono spaventato di dover cantare senza pubblico. Non è la prima volta nella mia carriera che mi ritrovo a cantare da solo. L’emozione, però, è la stessa“. Ha ragione Ghemon: Sanremo è Sanremo.

Commenti