Heavy Metal : il film riscoperta della settimana

0
333

Heavy Metal è un film d’animazione del 1981 prodotto da Ivan Reitman. Questa piccola perla animata è un prodotto abbastanza inusuale. Siamo abituati ai film animazione edulcorati di casa Disney. Tutti fatti di principesse e principi. Heavy Metal è un film che propone qualcosa di diverso. È un prodotto per adulti, pieno di scene violente e di nudi integrali. È un film provocante, decisamente singolare e forse unico nel suo genere. Unendo un immaginario Epic fantasy ad un Pulp più tagliente, crea un mix perfetto. Ha una fantastica colonna sonora Metal e Rock, che presenta ospiti importanti tra cui i Black Sabbath. I disegni accattivanti sono ripresi da una famosa rivista a fumetti americana ed ispireranno molte cover di band metal negli anni a seguire. È un must per tutti gli amanti del cinema d’animazione, che sono un po’ stufi di vedere i prodotti del topo Disney.

Un film ad episodi

Heavy Metal è un film costituito da più episodi. Tutti sono raccontati da un entità malvagia a forma di sfera verde di nome Loc Nar . Ogni episodio risente di varie influenze cinematografiche. Uno dei punti di forza di questo prodotto è proprio la varietà dei contenuti, che rende la visione frizzante e coinvolgente, raccontata con immagini accattivanti. Il primo episodio dopo il prologo è un mix tra Blade Runner e Taxi Driver. Pieno di bellezza femminile e curve ben messe in mostra. L’episodio successivo condensa influenze lovecraftiane con il genere fantasy Sword and Sorcery. Troviamo il classico eroe muscoloso che salva la donzella in pericolo. E anche qui non ci si risparmia con i nudi per dilettare i giovani adolescenti. Heavy metal è un film che ti spinge a volerne di più ad ogni minuto che scorre. Si continua con influenze spiccatamente horror e di pura fantascienza, continuando a mostrare belle curve femminili per fomentare le fantasie maschili. Fino al finale che tipicamente epic Fantasy, con l’eroina di turno ( che viene ovviamente mostrata completamente nuda), che deve vendicare il suo popolo e sconfiggere il male.

Heavy Metal: un film per un pubblico adulto

Heavy Metal è un film ingiustamente poco considerato. Probabilmente è conosciuto solo da pochi appassionati. Il suo posizionamento in sordina è dovuto probabilmente ai suoi contenuti un po’ spinti, non adatti ad un pubblico di giovanissimi. Purtroppo è sempre stato forte il binomio film d’animazione/bambini. E questo gioiello ne ha risentito, con una distribuzione difficoltosa. Soprattutto nel Bel Paese. Ha poi avuto una riscoperta attraverso la distribuzione home video. Non ha generato l’eco che meritava, nonostante sia un prodotto impeccabile e unico nel suo genere. Heavy Metal è un film che va riscoperto. È un piacere per gli occhi ( e non solo per via dei nudi femminili). È un opera accattivante, tagliente, cattiva e aggressiva. Se non vi è mai capitato tra le mani, correte ad acquistare l’edizione Blu Ray. Ne vale la pena.

Commenti