Eddie Van Halen, la sua Kramer venduta all’asta per 422.000 $

0
1206
Eddie Van Halen, asta record per la sua chitarra

Gli strumenti degli artisti scomparsi sono pezzi da museo, è un fatto riconosciuto. Ma a volte raggiungono cifre di vendita davvero incredibili, che triplicano il valore base dello strumento. É il caso della chitarra di Kurt Cobain, venduta all’asta lo scorso giugno per 6 milioni di dollari, o quello di David Gilmour, la cui Black Stratocaster raggiunse la cifra di 3.95 milioni di dollari (record battuto proprio dal mito del grunge). Cifre pazzesche che certificano quanto uno strumento musicale possa essere prezioso e inestimabile perchè simbolo di un’era musicale (quella del grunge per Cobain, o dell’epoca d’oro dei Pink Floyd per Gilmour). Ma oggi parliamo di un’altra chitarra top venduta ad una recente asta di Icons & Idols Trilogy: Rock ‘N’ Roll. Parliamo della mitica Kramer ‘Frankenstrat’ di Eddie Van Halen venduta per ben 422.000$. Certo, nulla a che vedere con le cifre spropositate prima riportate, ma è comunque un numero incredibile che rimarrà negli annali delle chitarre.

Quali sono le caratteristiche della Kramer di Eddie Van Halen?

Avete capito che stiamo parlando di un cimelio per qualunque chitarrista. Parliamo di Eddie Van Halen, diventato un rivoluzionario dello strumento grazie a vere e proprie invenzioni come il tapping (ascoltate Eruption per capire di cosa stiamo parlando). Simbolo di un’intera generazione come gli stessi Hendrix, Cobain e Gimour. Anima degli stessi Van Halen che hanno infuocato i palchi di tutto il mondo per oltre trent’anni. Ma la chitarra di Jump, denominata Frankenstrat per ricordare i termini Frankestein e Stratocaster, ha precise peculiarità, sia tecniche che artistiche. La sua base rossa e le linee bianche e nere la rendono unica e inimitabile. Come era inimitabile lo stesso Eddie che l’aveva ideata per unire il suono di una chitarra Gibson con gli attributi fisici di una Fender.


Van Halen, all’asta la sua Ferrari 550 Maranello

Eddie Van Halen nelle parole di Adrian Smith: “Nessuno come lui”

Commenti