Divi & serie tv: Tanti auguri a Chris Pratt

0
938

Chris Pratt, nato a Virginia, Minnesota, nel 1979, spegne oggi 40 candeline. L’attore statunitense si è reso popolare in gioventù con i suoi ruoli nelle serie televisive Everwood e Parks and Recreation, per poi, dopo parecchia gavetta, affermarsi a livello globale grazie alle sue parti da protagonista ottenute in franchise di primissimo piano quali Guardiani della Galassia (ed i conseguenti Avengers) e Jurassic World. Tra i premi che ha vinto, oltre alle varie candidature, figurano un MTV Movie Awards vinto nel 2016 come “Miglior performance d’azione” per Jurassic World ed un Saturn Award aggiudicatosi nel 2015 come “Miglior attore” per Guardiani della Galassia. Nel 2014 la rivista People lo classifica al secondo posto tra gli “uomini più sexy” del mondo. Nel 2017 invece riceve la sua stella sulla Hollywood Walk of Fame.

Il cinema: Il successo nei franchise Marvel e Jurassic World

Dopo gli esordi al cinema prende parte nel 2008 alla commedia Wieners – Un viaggio da sballo e al film d’azione Wanted – Scegli il tuo destino. L’anno seguente recita nelle commedie Bride Wars – La mia miglior nemica e Ragazze da sballo e nell’horror Jennifer’s Body. Nel 2011 ha lavorato al film L’arte di vincere (ottenendo la parte dopo aver perso ben 30 chili) di Bennett Miller e nel 2012 in Zero Dark Thirty di Kathryn Bigelow. Nel 2014 ha ottenuto il primo ruolo che gli ha indirizzato la carriera verso il successo planetario: interpreta infatti Peter Quill, alias Star-Lord, protagonista del film Marvel Guardiani della Galassia (di James Gunn) e basato sugli omonimi personaggi dei fumetti: come preparazione al film Pratt ha perso 27 kg in sei mesi rendendo il suo corpo tonico e muscoloso; il film è stato un grande successo di pubblico e critica. In seguito ha ottenuto il secondo ruolo importantissimo della sua carriera, ovvero quello di Owen Grady, il protagonista di Jurassic World (di Colin Trevorrow, 2015), quarto film della celebre saga di Jurassic Park. Ha lavorato ovviamente anche nel sequel, Jurassic World – Il regno distrutto (Juan Antonio Bayona, 2018). Nel frattempo ha recitato con successo anche in: Lei (Spike Jonze, 2013), I magnifici 7 (Antoine Fuqua, 2016; remake del cult western del 1960) e soprattutto in Passengers (Morten Tyldum, 2016; altra pellicola che lo consacrato definitivamente come attore top). In seguito torna per ben altre tre volte (e altre occasioni ci saranno per certo) ad indossare panni di Star-Lord in: Guardiani della Galassia Vol. 2 (James Gunn, 2017), Avengers: Infinity War (Anthony e Joe Russo, 2018) e Avengers: Endgame (Anthony e Joe Russo, 2019).

Curiosità

Chris Pratt al tempo aveva sostenuto dei provini per i ruoli del capitano James Tiberius Kirk in Star Trek di J. J. Abrams e Jake Sully in Avatar di James Cameron. Entrambi i provini non ebbero però buon esito con conseguente affidamento dei ruoli ad altri attori.

Le serie tv: Everwood e Parks and Recreation

È sul piccolo schermo che Pratt ha ottenuto inizialmente la popolarità, grazie soprattutto al ruolo di Bright Abbott nella serie televisiva Everwood, ruolo che ha interpretato dal 2002 al 2006 per ben 79 episodi. Dopo la cancellazione di quest’ultima Chris prende parte alla quarta stagione di The O.C. (9 episodi nel biennio 2006-07) nel ruolo dell’attivista Winchester “Ché” Cook. Infine nel 2009 è entrato a far parte del cast di Parks and Recreation, nel ruolo di Andy Dwier, recitandovi per ben 117 episodi tra il 2009 ed il 2015. Originariamente il suo doveva essere un personaggio temporaneo, ma la sua interpretazione convinse i produttori a tal punto da promuoverlo a regolare; così Pratt ha interpretato Andy Dwier fino alla settima e conclusiva stagione della serie.

Buon compleanno Chris!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here