Canti natalizi d’Italia: le note della tradizione

I canti natalizi ci riportano alla nostra infanzia e ci aiutano ad immergerci nella magica atmosfera del Natale. L'Italia, da nord a sud, ha una ricca tradizione di canti popolari natalizi.

0
1248
Canti natalizi d'Italia

C’è chi decora l’albero, chi il Presepe, chi si prepara spiritualmente alla festa frequentando la Novena mattutina e chi preferisce rimanere in casa a guardare vecchi film natalizi. Ciascuno ha il proprio modo di immergersi nello spirito del Natale. Ma i Canti natalizi mettono d’accordo tutti. Non solo i famosissimi Jingle Bells o Rudolph dal naso rosso, ma anche i tradizionali canti natalizi d’Italia, che non tutti conoscono al di fuori delle regioni d’appartenenza.

Quali sono i più celebri canti natalizi d’Italia?

Ci accompagnano fin da quando eravamo bambini e basta ascoltarne le prime note per sentirsi travolgere dalla magica atmosfera natalizia: sono i canti di Natale. Anche la nostra penisola ha la sua tradizione di canti natalizi d’Italia, intonati nelle chiese o alle feste di paese. Le origini di questi canti sono molto antiche e, in alcuni casi, molto suggestive. Conosciamone qualcuno.

Friuli: Lusive La Lune

L’atmosfera fiabesca delle montagne permea questo canto popolare friulano, originario del diciottesimo secolo. Il testo in dialetto, incomprensibile per i non friulani, descrive l’incanto della notte della nascita del Messia: una notte in cui la luna risplende come il sole, in cui i fiori spuntano fuori da sotto la neve e l’acqua dei fiumi inverte la propria rotta, risalendo verso le sorgenti.

Trentino-Alto Adige: Dormi dormi bel bambin

Originario di Trento, ma diffuso in tutto il Nord Italia, questo canto di Natale risalente al diciassettesimo secolo si inserisce in una tradizione tutta sua: quella delle ninne nanne per il Bambino Gesù. Il brano fa parte di una raccolta di Sacri Canti di Don Giambattista Michi di Fiemme, che si occupò di trascrivere una tradizione di canti natalizi e religiosi d’Italia fino ad allora tramandati oralmente.

Marche: Natu Natu Nazzarè

Un altro canto popolare che racconta la nascita di Gesù, diffuso in tutte le Marche, ma in particolare nella provincia di Macerata. Le sonorità allegre e festose di questo canto lo rendono particolarmente adatto a feste e sagre invernali. Negli anni Cinquanta, questo fortunato brano venne addirittura inciso e prodotto dalla casa discografica RCA, nella sua versione riarrangiata dal maestro Giovanni Ginobili.

Toscana: La Befanata

Tra tanti brani incentrati sull’aspetto religioso delle Feste, eccone uno più profano e scanzonato. Questo canto dedicato alla figura della Befana è originario della Toscana, ma è sporadicamente diffuso anche in altre zone del centro Italia. Nella Marche, in Umbria e nel Lazio è meglio conosciuta con il nome di Pasquella.

Campania: Nascette lu Messia

In passato, questo festoso canto natalizio veniva intonato per le strade dai popolani, che andavano casa per casa a raccogliere offerte per la fine dell’anno. Il testo contiene auguri di prosperità e benessere per l’anno nuovo, alternati al racconto di episodi dell’infanzia di Gesù.

Sardegna: Notte de Chelu

Nel 1927, i sacerdoti Agostino Sanna di Ozieri e Pietro Casu di Berchidda (provincia di Sassari) composero nove canti in lingua sarda per celebrare appunto la Novena. Notte de Chelu è, ancora oggi, il più conosciuto in tutta l’Isola.

Sicilia: Susi Pasturi

Di questo canto popolare in lingua siciliana esistono diversi arrangiamenti. Intonato in chiesa la notte di Natale o per le strade dai tradizionali zampognari, il canto è un invito ai pastori ad alzarsi e correre ad adorare il Bambino Gesù appena nato.

Italia: Tu scendi dalle Stelle

Le origini del più famoso tra i canti natalizi d’Italia sono campane, ma questo brano è diffuso in tutta la penisola. Chi, almeno una volta, magari durante una recita a scuola, non ha cantato a squarciagola “Tu scendi dalle stelle, o Re del Cielo”? A comporre la canzone, nel 1754, fu il Vescovo Alfonso Maria de’ Liguori, nato a Sant’Agata de’ Goti, in provincia di Benevento. È lui l’autore del canto natalizio italiano per eccellenza, il più amato, interpretato innumerevoli volte dagli artisti più disparati. Il canto con cui chiudiamo questo breve viaggio all’interno di una tradizione antica e ricca di spiritualità e atmosfera.

LEGGI ANCHE: Canti di Natale: quali sono i più belli?

Il Natale su Netflix: ecco i film e le serie tv in arrivo a dicembre 2020

8 film da guardare durante le feste

Commenti