Alicia Keys, ‘Alicia’ – Recensione Album

0
366

Il settimo album di Alicia KeysAlicia esprime le osservazioni socio-politiche in un contesto personale, svelando l’interconnessione della visione del mondo e anche di se stessa. L’introduzione dell’album, “Truth Without Love”, dà il tono a un lamento vagamente politico su come la verità delle cose sfugge sempre via. L’attenzione si sposta quindi immediatamente su “Time Machine”, dalla nostra società post-verità all’auto-riflessione, suggerendo che cerchiamo conforto non nella nostalgia dei tempi più semplici, ma in una mente libera.

A volte, l’ottimismo dell’artista sullo stato del mondo sembra ingenuo, come un’eco di un’epoca in cui “speranza e cambiamento” sembravano realizzabili, come nel brano “Authors of Forever”. Ma quel senso di positività sfollata è compensato dall’immediatezza con cui l’artista canta sulla violenza della polizia in “Perfect Way to Die” e sui cosiddetti “lavoratori essenziali” in “Good Job”, il cui senso di speranza è tinto da profonda disperazione. 

Tuttavia, gli arrangiamenti di piano e voce di queste due canzoni sebbene funzionalmente efficaci nell’evidenziare il contenuto lirico, sembrano troppo conservativi per l’argomento scelto. E quando il pianoforte viene scambiato per chitarra acustica, il risultato ottenuto è quello che si può definire come musica di sottofondo e questo lo si nota nei brani dove Alicia Keys duetta con Miguel in “Show Me Love” e di Khalid in “So Done”.

Le più interessanti collaborazioni presenti in “Alicia” sono quelle che si discostano dal solito stile musicale della Keys. “Wasted Energy”, inciso con l’artista tanzaniana Diamond Platnumz, e nei versi di “Me x 7” si sente una vera e propria schiettezza grazie alla “magia” del rapper Tierra Whack.

L’album si intitola giustamente Alicia in quanto l’artista dopo aver sperimentato con l’album “Here” torna alle sue origini. Senza dubbio come per il suo album precedente Alicia è senza grandi canzoni come quelle degli esordi, ma ha senza dubbio trovato un giusto equilibrio tra le classiche ballad e la musica più R&B. Voto 3/5

Commenti