Aerosmith: il batterista perde la causa contro la band

0
346
Aerosmith: il batterista perde la causa contro la band

Joey Kramer aveva fatto causa alla band che non lo considerava in grado di suonare “a un livello adeguato”, ma ha fallito nel suo intento.

Joey Kramer non suonerà ai Grammy

Un giudice ha respinto l’offerta legale del batterista degli Aerosmith Joey Kramer di riunirsi alla band quando si esibiranno ai Grammys questo fine settimana. Il 69enne, che ha aiutato a fondare il gruppo 50 anni fa, l’anno scorso ha avuto un infortunio alla caviglia. Il dolore l’ha tenuto fuori combattimento. Ha deciso di fare causa ai rocker americani perché non lo considerano più all’altezza di poter suonare con loro.

La causa alla band

Gli Aerosmith ha dichiarato di aver invitato Kramer a unirsi a loro ai premi musicali, ma non c’è stato abbastanza tempo per provare insieme per suonare sul palco. Kramer sostiene che la richiesta fosse “offensiva e sconvolgente” perché nessun altro membro della band lo aveva fatto prima. Disse che il cantante Steven Tyler, i chitarristi Joe Perry e Bradley Whitford e il bassista Tom Hamilton erano stati tutti recentemente esclusi da infortuni e malattie e non gli era stato chiesto di riascoltare per il loro lavoro.

“Non si tratta di soldi”, ha detto in una nota prima dell’udienza del tribunale di mercoledì a Plymouth, nel Massachusetts. “Sono privato dell’opportunità di essere riconosciuto insieme ai miei colleghi, per i nostri contributi collettivi a vita all’industria della musica”.

La decisione del giudice

Ma il giudice della Corte Superiore del Massachusetts, Mark Gildea, ha negato questa possibilità a Kramer.

“Dato che Kramer non ha suonato con la band per sei mesi e la mancanza di tempo disponibile per le prove prima delle imminenti esibizioni, Kramer non ha mostrato un corso d’azione realistico realistico sufficiente a proteggere gli interessi commerciali della band”, ha dichiarato la sentenza.

Kramer ha dichiarato di essere stato “estremamente deluso” in una dichiarazione successiva.

“Sapevo che presentare una causa era un po’ una battaglia persa”, ha detto. “Posso tenere la testa alta sapendo che ho fatto la cosa giusta – lottare per il mio diritto di celebrare il successo della band che ho dedicato la parte migliore della mia vita ad aiutare a costruire”.

La reazione della band

Gli Aerosmith non hanno commentato la sentenza, ma in una precedente dichiarazione avevano dichiarato:

“Joey Kramer è nostro fratello; il suo benessere è di fondamentale importanza per noi. Tuttavia non è stato emotivamente e fisicamente in grado di esibirsi con la band, per sua stessa ammissione, negli ultimi sei mesi. Ci è mancato e lo abbiamo incoraggiato a ricongiungerci per suonare molte volte, ma a quanto pare non si è sentito pronto a farlo. Joey ha aspettato fino all’ultimo momento di accettare il nostro invito, quando purtroppo non abbiamo tempo per le prove necessarie durante la settimana dei Grammy.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here