Academy 2021, le candidature secondo Variety

Il celebre settimanale americano ha pubblicato le possibili candidature agli Oscar 2021

0
1348

La scorsa settimana Variety, il celeberrimo settimanale di cinema e spettacolo statunitense, ha rilasciato quelli che secondo la loro redazione potrebbero essere i nomi decisivi per la corsa agli Academy. Nonostante le poche pellicole uscite durante l’anno (quasi tutte su piattaforme streaming) e il rinvio di quasi due mesi della cerimonia, anche l’edizione 2021 si rivelerà essere molto interessante. I titoli proposti, a differenza degli anni passati, sono molti di meno e questo potrebbe limitare molto l’assegnazione dei premi. Però, questo limite potrebbe anche aiutare a portare all’ambita statuetta anche qualche film meno da grande pubblico e più da nicchia appassionata. Sarebbe un grande passo avanti per gli Academy che già dall’anno scorso, con la vittoria del film sudcoreano Parasite, stanno riuscendo a svincolarsi dal vecchio binomio Oscar/Hollywood.

Mai come quest’anno sarà molto interessante capire come si svolgerà la corsa alle nomination e Variety ha cercato di fare un pò di chiarezza su quali potrebbero essere, secondo loro, i possibili candidati.

Academy 2021: miglior Attore protagonista

Dagli Stati Uniti sembrano essere entusiasmanti i primi giudizi sulla performance del compianto Chadwick Boseman in Ma Rainey’s Black Bottom. Una sua possibile candidatura, verrebbe affiancata (quasi sicuramente) da quella di Gary Oldman per il suo lavoro nel nuovo lungometraggio di David FincherMank‘. Buone possibilità di ottenere un posto nella categoria composta dagli Academy anche per Anthony Hopkins e Delroy Lindo per le loro performance in The Father e Da 5 Blood.

Gary Oldman in una scena di Mank film in corsa per gli Academy
Gary Oldman in una scena di Mank

La cinquina proposta da Variety, è formata da: Chadwick Boseman (Ma Rainey’s Black Bottom); Anthony Hopkins(The Father) ; Delroy Lindo (Da 5 Bloods) ; Gary Oldman (Mank); Steven Yeun (Minari). Diversi sono i nomi che potrebbero subentrare strappando la possibile nomination per la categoria miglior attore agli Oscar 2021. Colin Firth (Supernova) e George Clooney (The Midnight Sky) sembrano essere al momento i nomi più quotati.

Miglior attrice protagonista

Interessante anche la corsa alle candidature nella categoria di miglior attrice. Quasi sicura è la presenza in cinquina di Viola Davis per la sua interpretazione in Ma Rainey’s Black Bottom. Sorprendente la presenza di Sophia Loren ritornata alla recitazione dopo diversi anni con una grandissima interpretazione in La Vita davanti a sè, lungometraggio diretto dal figlio Edoardo Ponti. Sarebbe la terza candidatura agli Academy Awards per la diva italiana. Salgono le quotazioni anche per Francis McDormand che potrebbe tranquillamente concorrere per il suo terzo Oscar come miglior attrice protagonista.

Viola Davis in una scena di Ma Rainey’s Black Bottom

La cinquina miglior attrice protagonista pronosticata da Variety per gli Oscar 2021 è formata da: Vanessa Kirby (Pieces of a Woman); Frances McDormand (Nomadland); Viola Davis (Ma Rainey’s Black Bottom); Carey Mulligan (Promising Young Woman) ; Sophia Loren (La vita davanti a sè). In seconda linea per una possibile candidatura spiccano di nomi di Meryl Streep (The Prom), Zendaya (Malcolm & Marie) e Kate Winslet (Ammonite).

Academy 2021: miglior attore non protagonista

Nelle categorie attoriali, questa risulta essere quella meno chiara. Infatti, sono numerose le interpretazioni di altissimo livello portate su schermo quest’anno da attori di supporto. Al momento l’ unico che sembra avere un posto sicuro in cinquina, secondo Variety, è Leslie Odom Jr per la sua interpretazione in One Night in Miami. Probabilmente in corsa ci sarà anche Stanley Tucci per il suo bellissimo ruolo in Supernova (che potrebbe anche essere vittima di un inversione di categoria con il coprotagonista Colin Firth). Per la sezione miglior attore non protagonista, a quanto pare potremmo aspettarci tantissime sorprese e colpi di scena che renderanno più viva questa corsa agli Academy.

Leslie Odom Jr in One Night in Miami film in corsa per gli Academy
Leslie Odom Jr in una scena di One Night in Miami

Le candidature, pronosticate da Variety, per la categoria Miglior Attore non protagonista sono: Leslie Odom, Jr (One Night in Miami); Stanley Tucci (Supernova); Daniel Kaluuya (Judas and The Black Messiah); David Strathairn (Nomadland); Charles Dance (Mank). I nomi che hanno molte possibilità di subentrare in questa cinquina sono Mark Rylance (Il Processo ai Chicago 7), Sacha Baron Cohen (Il processo ai Chicago 7) e Bill Murray (On The Rocks).

Miglior attrice non protagonista

Entusiaste sono le reazioni della critica americana alla performance di Amanda Seyfried in Mank. Molti network la danno già per vincitrice quasi assicurata, ma per il momento Variety ha deciso di inserirla al primo posto nei nomi in corsa agli Oscar 2021. Possibile candidatura alla prima performance recitativa di Swankie. Ma sarà molto difficile raggiungerla con veterane come Glenn Close e Jodie Foster entrambe tornate in auge con le loro grandissime performance in Elegia Americana e The Mauritanian.

Amanda Seyfried in una scena di Mank

La cinquina proposta da Variety per questi Oscar 2021 è formata da: Amanda Seyfried (Mank); Ellen Burnstyn (Pieces of Woman); Olivia Coleman (The Father); Yuh-Jun Youn (Minari); Dominique Fishback (Judas and The Black Messiah). Le numerose ottime interpretazioni di quest’anno potrebbero rendere reale la corsa alla candidatura anche ad attrici come Glenn Close (Elegia Americana), Jodie Foster (The Mauritanian) e Swankie (Nomadland).

Academy 2021: miglior sceneggiatura originale

Categoria combattutissima quest’anno è quella della miglior sceneggiatura originale. Numerosi film usciti vantano alla scrittura grandi penne internazionali.In particolare Netflix sembra aver messo l’acceleratore quest’anno sotto questo punto di vista. Secondo Variety, sarà molto interessante la lotta in casa Netflix tra Il Processo ai Chicago 7 e Mank, entrambe candidature quasi sicure in categoria.

Sacha Baron Cohen e Jeremy Strong in una scena de Il Processo ai Chicago 7 film in corsa agli Academy
Sacha Baron Cohen e Jeremy Strong in Il processo ai Chicago 7

La cinquina rilasciata da Variety per la corsa agli Academy Awards 2021 nella categoria miglior sceneggiatura originale è formata da: Minari (Lee Isaac Chung);Il Processo ai Chicago 7 (Aaron Sorkin); Mank (Jack Fincher); Promising Young Woman (Emerald Fennell); Judas and the Black Messiah (Will Berson e Shaka King). Secondo il settimanale, potrebbero essere in corsa per una possibile candidatura anche Palm Springs (Andy Siara), Da 5 Blood (Spike Lee) e On the Rocks (Sofia Coppola).

Miglior sceneggiatura non originale

Le categorie della sceneggiatura sono sempre le più importanti in funzione dell’assegnazione del miglior film. Ogni anno queste due sezioni riescono a fare la differenza segnando totalmente lo scorrere della serata. Quest’anno nella categoria miglior sceneggiatura originale, nulla sembra essere sicuro. Una cinquina incerta, nel quale dovremmo aspettare fino all’ ultimo minuto per capire la direzione di questi premi Oscar 2021. Grande favorito sembra essere Nomadland, forte della vittoria del Leone D’Oro al Miglior Film alla Mostra del Cinema di Venezia.

Anthony Hopkins e Olivia Colman in una scena di The Father

I nomi proposti da Variety per questa categoria sono: Nomadland/Chloe Zao (Basato sul libro Nomadland di Jessica Bruder); One Night in Miami/ Kemp Powers (basato sullo spettacolo One Night in Miami di Kemp Powers); The Father/ Christopher Hampton, Florian Zeller (basato sullo spettacolo Le Père di Florian Zeller); First Cow/ Kelly Reichardt, Jonathan Raymond (basato sul romanzo The Half Life di Jonathan Raymond); The Mauritanian/M.B Traven, Rory Haines, Sharab Noshirvani (basato sul romanzo Guantanamo Diary di Mohamedou Ould Salahi). Questi eccellenti nomi potrebbero essere scalzati da Ma Rainey’s Black Bottom (di Ruben Santiago-Hudson e basato sullo spettacolo teatrale Ma Rainey’s Black Bottom di August Wilson), Borat-Seguito di film cinema (basato sul personaggio di Borat Sagdieyv di Sacha Baron Cohen) e La vita davanti a sè (di Edoardo Ponti basato su un romanzo di Romain Gary).

Miglior film d’animazione

Il 2021 segna il ritorno ai grandi premi della famiglia Miyazaki. Infatti, in odore di candidatura, quest’anno abbiamo Earwig and the Witch pellicola d’animazione dello studio Ghibli, diretta dal figlio di Hayao Miyazaki, regista del celebre Il Castello errante di Howl. Anche la Pixar molto probabilmente, strapperà un posto in cinquina con il nuovissimo Soul, in uscita su Disney+ questo Natale. Con molta probabilità sarà proprio lui a ricevere la statuetta il prossimo Aprile. Le reazioni, trapelate dall’anteprima avvenuta durante la Festa del Cinema di Roma, sembrano essere entusiasmanti.

Soul film pixar in corsa agli Academy
Immagine di Soul nuovo film Pixar

La cinquina che, secondo Variety, sarà in corsa per gli Oscar 2021 è formata da: Wolfwalkers(Apple TV Plus); Soul (Disney/Pixar); Earwig and the Witch (Studio Ghibli); Over the Moon (Netflix); OnWard (Disney/Pixar). Potrebbero riuscire a strappare una candidatura last minute, titoli come I Croods: Una nuova era (Dreamworks), Trolls: The New World (Universal Picture) e Demonslayer (Funanimation).

Academy 2021: miglior regia

Altra categoria molto combattuta in vista degli Oscar 2021. I membri dell’ Academy dovranno scegliere tra pochi titoli ma di grande spessore artistico. Infatti, le opere uscite nell’anno corrente, pur essendo poche, sono tutte caratterizzate da eccellenti regie. Da Mank, passando per Il Processo ai Chicago 7, ogni film è personale e caratterizzato da una particolare firma. E’ un anno di grandi ritorni e sperimentazioni, soprattutto per David Fincher che torna dietro la macchina da presa con un film totalmente in bianco e nero e con una fotografia che richiama molto al cinema anni 30/40. Tutto potrà succedere in una sezione che comunque, secondo i critici ha un vincitore già annunciato.

Francis McDormand in Nomadland di Chloè Zhao

La cinquina proposta da Variety è composta da: Chloè Zhao (Nomadland); David Fincher (Mank); Regina King (One Night in Miami); Lee Isaac Chung (Minari); Shaka King (Judas and The Black Messiah). Potrebbero riuscire a conquistare una nomination, scalzando i 5 registi proposti dal settimanale anche Aaron Sorkin (Il Processo ai Chicago 7), Florian Zeller (The Father) e Spike Lee (Da 5 Bloods).

Miglior Film

L’ ultima categoria che oggi abbiamo deciso di considerare è forse il massimo riconoscimento che una pellicola è in grado di ricevere. Ad essere premiato è il lavoro di ogni persona che ha lavorato al progetto, dal fonico all’addetto alle camere, fino al più dimenticato degli assistenti. Quest’anno i titoli risultano essere molto obbligati proprio a causa dello scarso numero di film usciti. Ma comunque pellicole di una certa qualità.

Scena di apertura di Minari

Il settimanale ha condiviso con il proprio pubblico i 10 titoli che secondo i suoi redattori gli Academy considereranno per la categoria miglior film: Nomadland; Mank; Il Processo ai Chicago 7; Minari; One Night in Miami; The Father; Ma Rainey’s Black Bottom; Promising Young Woman; Judas and The Black Messiah; The Prom. I titoli che potrebbero anche concorrere al titolo sono Tenet, Da 5 Blood, On The Rocks, The Mauritanian e News of the World.

Non ci resta che attendere il mese di marzo per avere qualche certezza e cominciare definitivamente questa particolare corsa per gli Oscar 2021.

Commenti