Elegia Americana: l’America sociale di Ron Howard

Recensione del nuovo film di Ron Howard disponibile su Netflix dal 24 Novembre

0
398
Elegia

Quando parliamo di Elegia Americana di Ron Howard, analizziamo un film che sembra essere stato costruito per una specifica funzione. Un dramma dai risvolti pienamente sociali, che cerca in tutti i modi di esaltare, con momenti drammatici e molto fisici le grandissime performance di due signore del cinema: Amy Adams e Glenn Close. Personaggi complessi, profondi ma soprattutto che vivono in un forte disagio sociale e politico.

Elegia Americana: un destino segnato?

Elegia Americana racconta la storia familiare di J.D Vance, uno studente di Yale, costretto a ritornare a casa, dopo aver saputo che la madre, Bev è andata incontro all’ennesima overdose. Ritornando al suo paesino in origine, J.D, dovrà affrontare le sue paure, il passato e il complicato rapporto con la madre. L’ intera pellicola si svolge in un giorno e mezzo, intervallato da Flashback che cercano di raccontare le dinamiche di una famiglia disfunzionale. Abbiamo una madre, consumata delle dipendenze e della violenza di compagni sempre diversi. Una nonna, Mamaw, vittima dei sensi di colpa verso la figlia. La donna, per tutto il film, cercherà di non compiere lo stesso errore con il giovane J.D, crescendolo con una nuova idea di rivalsa sociale. Un insegnamento fondamentale per il futuro del nipote. Il giovane, senza rendersene conto, diventa la rappresentazione del sogno americano e della voglia di rivalsa dei giovani dell’America rurale.

Scena di Elegia Americana di Ron Howard
Una scena di Elegia Americana di Ron Howard

Il racconto di un’America a pezzi

In Elegia Americana, quello che Ron Howard cerca di raccontare è un gruppo sociale che molti negli Stati Uniti tendono a ignorare. L’America povera, bianca, fatta di piccole comunità industriali e rurali. E’ l’America dei buoni pasto, del sogno americana e di una profonda voglia di riscatto. Sono gli USA dell’ elettorato di Trump, fatto di gruppi conservatori e di realtà violente e povere. Elegia Americana è l’adattamento cinematografico di Hillbilly Elegy, fenomeno letterario del 2016, scritto da J.D Vance. In traduzione, il titolo perde un pò la sua carica sociale, non cogliendo totalmente il significato che il film e il libro vogliono trasmettere.

Per assurdo, l’adattamento cinematografico limita, non di poco, il campo dell’analisi sociale. Ron Howard, nonostante una regia molto scarna e cruda, non riesce ad approfondire i temi sociali che, se esplorati a dovere, sarebbero stati in grado di raccontare uno spaccato della vita americana. Elegia Americana è il classico dramma d’autore che cerca di avvicinare il pubblico ad una realtà poco conosciuta. Nonostante questo, non riesce ad arrivare a creare un collegamento empatico con lo spettatore che inerme dinanzi a tanta difficoltà e disperazione.

Elegia Americana: La possibilità di avere un’ opportunità

Glenn Close in una scena del film
Glenn Close in una scena di Elegia Americana

La possibilità di avere un’ opportunità, è uno dei temi fondamentali di Elegia Americana. Mamaw, per tutta la pellicola cerca di insegnare a J.D un modo per svincolarsi da una realtà così ristretta e limitata. Lei diventerà per lui madre, padre, ispirazione ed esempio per un giovane che sembra essere in balia degli eventi. Causa di questa confusione del giovane J.D è Bev, una madre debole, che non riesce ad essere cosciente del proprio ruolo. Una madre consumata dal dolore e dalla consapevolezza di non essere abbastanza. Bev è, per il giovane simbolo di quella vita che ha cercato di buttarsi alle spalle.

Amy Adams e Glenn Close: le signore del cinema al servizio di Ron Howard

Elegia Americana preme sulle emozioni e sulla drammaticità, ma senza renderle tridimensionali. Lo spettatore sembra che assista passivamente senza essere realmente coinvolto da una storia che, per essere grande, dovrebbe far leva sul coinvolgimento. Glenn Close e Amy Adams portano sullo schermo due interpretazioni eccezionali, molto fisiche fatte di sofferenza e disperazione. Entrambe pesantemente struccate, giocano sulle espressioni del viso, ma soprattutto su una fisicità invidiabile. La Close in particolare, lavora molto sulla camminata e la sofferenza di una donna martoriata dalla vita. Amy Adams ci mostra una delle migliori interpretazioni degli ultimi anni fatta di occhi liquidi, esaltazione, paura e sofferenza.

Ron Howard durante le riprese del film

In generale, Elegia Americana è un buon dramma, nonostante non abbia rispettato le alte aspettative della critica. Un buon film, con eccellenti interpretazioni, che comunque verrà ricordato come un titolo secondario, per un cineasta della portata di Ron Howard.


Elegia Americana, il trailer del nuovo film di Ron Howard


Dove vedere Elegia Americana?

Elegia Americana di Ron Howard è disponibile su Netflix dal 24 Novembre.

Commenti