65° Eurovision: 3.500 fan all’Ahoy Arena

0
327
65° Eurovision

Mentre si attendono le delegazioni dei vari Paesi che parteciperanno a questo 65° Eurovision Song Contest, il governo olandese apre l’evento al pubblico.

65° Eurovision Song Contest: cos’ha deciso il governo olandese?

A due settimane dall’inizio del 65° Eurovision Song Contest, il governo olandese scioglie una delle riserve più complicate: il nodo gordiano del pubblico. L’Ahoy Arena accoglierà 3.500 fan, che occuperanno circa il 20% dello spazio disponibile. Il tutto avverrà in favore delle rigorose misure di sicurezza imposte dalla pandemia, ma un primo e decisivo passo è compiuto. I fan si godranno le esibizioni, scambieranno energia ed emozioni con i cantanti in gara e si godranno gli show previsti come intermezzi. In un comunicato, rilasciato dai funzionari del governo olandese, si legge che la presenza limitata dei fan serve a “garantire la salute e la sicurezza di fan, troupe, stampa e partecipanti”.

65° Eurovision Song Contest: le condizioni per assistere allo show

Per varcare i cancelli dell’Ahoy Arena, i fan dovranno mostrare un certificato attestante l’esito negativo di un tampone fatto nell’arco delle 24 ore precedenti all’evento. Cinque giorni dopo, quegli stessi fan dovranno sottoporsi ad un nuovo test. Il supervisore esecutivo dell’evento, tale Martin Osterdahl, dichiara: “Siamo felici che ci abbiano permesso di accogliere il pubblico nel modo più sicuro possibile, date le circostanze attuali”. Stando a quanto dice Osterdahl, gli organizzatori applicheranno rigide misure per garantire che lo spettacolo si svolga “con attenzione e responsabilità”.

Le regole per gli addetti ai lavori

La troupe, i giornalisti e gli artisti presenti all’Ahoy Arena dovranno sottoporsi ogni 48 ore a un test. Queste accortezze fanno parte di un programma del governo olandese in vista di mirate aperture al pubblico in teatri, cinema e quant’altro. Gli addetti ai lavori ci tengono che questo 65° Eurovision Song Contest si svolga in sicurezza e senza strascichi di sorta. Gli occhi di 180 milioni di persone saranno puntati su Rotterdam e il 18 maggio è ormai alle porte.

Commenti