Zach Sobiech: il film approda su Disney+

Un film tratto dal libro scritto dalla madre Laura Sobiech

0
391

Ci sono storie che vale la pena raccontare. Non tanto per glorificare il protagonista e gli altri personaggi che vi appaiono. Piuttosto, è bene narrarle al fine di rendere indelebile un pezzo di passato. Nonché, per aiutare chi si trova perso e confuso nel frenetico fluire della vita. Laura Sobeich, è una donna, una madre che ha deciso di trasformare l’esistenza di suo figlio in un film documentario. Il protagonista in questione, è il cantautore Zach Sobiech.

Chi è Zach Sobeich?

Abbiamo già affermato che la vita di questo ragazzo è degna di essere narrata. Questo perché Zach Sobiech, è un musicista di soli diciotto anni, deceduto nell’anno 2013 per via di un osteosarcoma. La diagnosi della malattia è arrivata quando Zach Sobiech era appena un adolescente di quattordici anni. La fatidica sentenza medica ha squarciato in due il mondo del ragazzo e quello della sua famiglia. Di certo, quando si è nel fiore degli anni, ci si aspetta di possedere ancora una vita davanti a sé. E invece, il cammino di Zach Sobiech si è dovuto interrompere vertiginosamente.

Quando il ragazzo è venuto a sapere della sua patologia, ha deciso che da quel momento in poi la sua vita sarebbe cambiata radicalmente. Egli era consapevole che gli sarebbe rimasto giusto un pugno di tempo a disposizione. Ecco perché, Zach Sobiech ha deciso di utilizzare ogni istante a lui concesso, per realizzare il suo sogno: quello di diventare musicista. Dunque, egli si arma di chitarra, riscalda le corde vocali e inizia a comporre. E scopre che attraverso le righe di un pentagramma, si può trovare un mondo fatto di sogni e totale libertà.

Zach Sobiech: il cantautore tra le nuvole

Esiste un brano di Zach Sobiech diventato popolare più degli altri suoi pezzi. La canzone s’intitola “clouds”, in italiano “nuvole”.

Zach Sobiech nel suo brano “Clouds”

“We’ll go up, up, up
But I’ll fly a little higher
Go up in the clouds because the view’s a little nicer
Up here my dear

It won’t be long now, it won’t be long now
If only I had a little bit more time
If only I had a little bit more time with you”

“E andremo su, su, su
ma io volerò un po’ più in alto
andremo su tra le nuvole perché la vista è migliore
quassù, mia cara

non manca molto adesso, non manca molto adesso
se solo avessi un po’ di tempo in più
se solo avessi un po’ di tempo in più con te”

In memoria di Zach Sobiech

Tra queste righe, è possibile notare il timore della morte che un adolescente può provare. Ciò nonostante, Zach Sobiech ci mostra un velo di malinconia misto a consapevolezza. La consapevolezza che il tempo che gli rimane è ormai stringato, dunque non gli resta che viverlo in completa autenticità. Senza tentare di rinnegare o mascherare le sue emozioni e i suoi sentimenti. Il cantante desidererebbe avere altri attimi a disposizione, eppure sa che volerà più in alto del cielo, dove la vista sarà migliore rispetto a qualsiasi altra veduta panoramica contemplabile dalla Terra. Il film documentario su Zach Sobiech sarà disponibile su Disney Plus a breve. La visione è caldamente consigliata, al fine di completare il significato della parola vita.

Commenti