The Walking Dead: cancellato il finale

0
1227
The Walking Dead: cancellato il finale

Il Coronavirus colpisce nuovamente il mondo delle serie tv. Questa volta è il turno di The Walking Dead: il finale è stato cancellato.

Nessun finale per la decima stagione

Per tutti gli amanti di The Walking Dead, c’è una brutta notizia. Al momento la decima stagione dello show AMC non avrà un finale. Ivertici dell’emittente hanno appena comunicato che il season finale non verrà trasmesso a causa delle restrizioni e difficoltà causare dal CoronaVirus. Non è l’unica serie tv a riscontrare questi problemi. Anche le riprese di Riverdale e Friends sono state interrotte per lo stesso motivo.

LEGGI ANCHE: Riverdale: bloccata la produzione per Coronavirus
Friends: reunion rimandata a causa del Coronavirus

L’annuncio ufficiale di AMC

Questo è l’annuncio con cui la AMC dà l’annuncio della sospensione della programmazione:

“A causa della situazione corrente ci è impossibile completare la post-produzione del finale di stagione di The Walking Dead 10, quindi la stagione corrente terminerà con il quindicesimo episodio che verrò trasmesso il 5 aprile. Il finale che avevamo programmato verrà prossimamente tramesso, entro l’anno, come speciale.”

Nell’arco di poco più di una settimana c’è stata un’interruzione anche nelle riprese della sesta stagione di Fear The Walking Dead e persino dello spin-off Fear The Walking Dead: World Beyond.

Siamo quindi ad un solo episodio dal “finale di stagione “di The Walking Dead 10, che andrà in onda il prossimo 5 aprile.

La trama di The Walking Dead

Rick Grimes è un vice sceriffo vittima di uno scontro a fuoco. Perde conoscenza e viene ricoverato. Il risveglio, poco tempo dopo, è traumatico: l’ospedale è totalmente vuoto, mezzo distrutto e pieno di cadaveri. Rick non ci metterà molto a capire la situazione: il “virus” che sembrava essere sotto controllo prima del suo incidente, ha preso piede. I morti si risvegliano e attaccano i vivi, la cui presenza è sempre minore. Lo sceriffo sfrutterà tutte le sue abilità per sopravvivere e uscire dalla città, trovando altri superstiti rifugiati tra il mare e la foresta; tra questi ritrova la famiglia e il suo migliore amico Shane. Costretti continuamente a spostarsi, presto si accorgeranno che i veri nemici non sono solo i morti che camminano, ma sono proprio gli esseri umani, che sono spinti unicamente dall’istinto di sopravvivenza.

Commenti