RIVOLI, IL SOLCO DELLA MEMORIA

0
492
27 GENNAIO GIORNATA DELLA MEMORIA, SPETTACOLO ALL'ISTITUTO MUSICALE DI RIVOLI

Con musica, parole e immagini la Scuola di Musica di Rivoli celebra la Giornata della Memoria

Per celebrare la Giornata della Memoria la Scuola di Musica della città di Rivoli presenterà lunedì 27 gennaio “Il solco della memoria”, uno spettacolo che vuole portare a riflettere sull’orrore perpetrato dal regime nazista durante la seconda guerra mondiale.

Basato su documenti, immagini e testimonianze dell’ Olocausto, lo spettacolo, diretto dalla docente di canto moderno e jazz della Scuola di Musica, Teresa Fessia, è interpretato da Bianca Lombardo, Giulia Martorana e Annalisa Notaro, allieve del corso di canto.

ALLIEVE DEL CORSO DI CANTO DELLA SCUOLA DI MUSICA DI RIVOLI E INTERPRETI DELLO SPETTACOLO "IL SOLCO DELLA MEMORIA"
ALLIEVE DEL CORSO DI CANTO DELLA SCUOLA DI MUSICA DI RIVOLI E INTERPRETI DELLO SPETTACOLO “IL SOLCO DELLA MEMORIA”

Il contributo musicale è affidato ai docenti Mario Calisi per il pianoforte e Dario Mimmo per la fisarmonica a cui si unirà, solo per la prima rappresentazione, il giovane pianista Dashamir Uzeiri. Il ruolo di voce narrante è affidato all’attrice Raffaella Joannes.

Ambientato in un cabaret della Germania degli Anni ’40, “Il solco della memoria” contrappone i cantanti del locale ai clienti in divisa i quali, per non rinunciare ai privilegi a loro concessi, non si pongono le dovute domande sul tragico destino riservato agli ebrei e a tutti gli altri reclusi nei campi di concentramento solo perchè “diversi” dall’ ideale hitleriano di razza ariana.

Con il sottofondo di musiche che spaziano da “Cabaret” di John Kender alla celebre e simbolica canzone “Lili Marlen”, dalla “Ballata di Mackie Masser” di Kurt Weill ai brani di Brahms, Rachmaninov e Satie, scorrono le immagini tratte da filmati d’archivio a cui si aggiungono le parole delle vittime della Shoah: dallo scrittore Primo Levi ai bambini del ghetto di Terezin. Tutte tristi testimonianze di come la crudeltà e la ferocia umana non si siano fermate nemmeno davanti all’innocenza dei bambini.

NUMEROSI FURONO I BAMBINI VITTIME DELLA SHOAH
Rivoli spettacolo "Il solco della memoria"
NUMEROSI FURONO I BAMBINI VITTIME DELLA SHOAH

Ed è per questo che il 27 gennaio di ogni anno è necessario raccontare e tramandare il ricordo degli orrori dell’ olocausto, affinchè atti così gravi contro l’umanità non accadano più.

“L’intento è quello di stigmatizzare l’orrore di uno dei capitoli più bui della storia dell’uomo attraverso il linguaggio dell’arte – spiega il direttore didattico della Scuola di Musica Città di Rivoli, Filippo Bulfamante Se da una parte è dovere di noi cittadini, e a maggior ragione di ogni istituzione che si occupi di formazione, di conservazione e di sviluppo del sapere, mettere le nuove generazioni a conoscenza anche degli orrori più efferati di cui l’uomo è stato capace, dall’ altra è quanto mai importante, e oggi forse ancora più urgente ,voler educare alla bellezza e, insieme, alla conoscenza e alla condivisione.”

” Hitler fin dall’inizio aveva parlato chiaro: gli ebrei erano i parassiti dell’umanità e dovevano essere eliminati come si eliminano gli insetti nocivi – commenta Teresa Fessia, che ha curato la regia dello spettacolo – Molti europei dell’epoca non seppero valutare il peso di tali affermazioni. Il futuro spesso non ci dà i termini per valutare, se non a destino avvenuto. Una delle domande che Primo Levi si pone nel romanzo “I sommersi e i salvati” è: gli ebrei avrebbero potuto anticipare i tempi e fuggire scampando all’ olocausto? Noi europei moderni, pressati dalla minaccia nucleare, dalla degradazione territoriale, dal malgoverno in che modo potremmo salvarci? Fuggendo dove? Il ricordo di quello che è stato e che non deve più ripetersi, è il grande insegnamento”.

“La volontà dell’amministrazione comunale è quella di salvaguardare la memoria per non dimenticare gli orrori del regime nazista – dichiara Laura Adduce, Assessore alla Cultura e all’IstruzioneUn ringraziamento particolare va alla Scuola di Musica della Città di Rivoli per la realizzazione dello spettacolo IL SOLCO DELLA MEMORIA.”

27 GENNAIO: GIORNATA DELLA MEMORIA  a Rivoli spettacolo "Il solco della memoria"
27 GENNAIO: GIORNATA DELLA MEMORIA

INFO: “IL SOLCO DELLA MEMORIA”, regia di Teresa Fessia, LUNEDI’ 27 GENNAIO 2020 – ore 21,00 – Auditorium Scuola di Musica Città di Rivoli – via Capello n. 3 – Rivoli (Torino)/ Ingresso libero sino ad esaurimento dei posti disponibili.

REPLICA MATTUTINA Martedì 28 gennaio riservata agli alunni delle scuole di Rivoli.

Annalisa Notaro, Bianca Lombardo, Giulia Martorana, voci – Mario Calisi, pianoforte – Dashamir Uzeiri, pianoforte – Dario Mimmo, fisarmonica – Raffaella Joannes, voce narrante

Una produzione Scuola di Musica Città di Rivoli in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e all’Istruzione del Comune di Rivoli

Contatti: Scuola di Musica Città di Rivoli – Via Capello n. 3, Rivoli (Torino) – Tel.011 9564408 [email protected]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here