Night Of The Wolf – un uomo forte alle prese con l’orrore

"Night Of The Wolf" è un film mai approdato nei cinema italiani, ma che avrebbe sicuramente meritato di farlo. Si tratta di un film che unisce varie temi...

0
3476

“Night Of The Wolf” è un film horror/drammatico del 2014, diretto da Adrián García Bogliano e sceneggiato da Eric Stolze. Il cast include: Nick Damici, Larry Fessenden, Ethan Embry, Tina Louise, Erin Cumming. In Italia, il film non è stato distribuito nel circuito cinematografico ma è stato pubblicato nel solo mercato home video. Si tratta di un’opera che unisce il dramma all’horror in quanto mostra sia la vicenda privata di un uomo cieco e temprato dalla guerra che un orrore sovrannaturale che si abbatte su un quartiere di pensionati.

TRAMA: Un veterano di guerra, reso cieco da un trauma fisico, si trasferisce in un quartiere di soli pensionati: fra vicini invadenti e che sparlano di chiunque ed altri di buon cuore, tale posto è un quartiere peculiare per tanti motivi, non solo quelli che si può notare fin dal primo istante. In una notte di luna piena, un lupo mannaro uccide la dirimpettaia dell’uomo ed il suo cane: tutti pensano che l’assalitore sia solo un lupo o un cane selvaggio, ma il veterano capisce cosa ci sta dietro ed inizia ad indagare sull’identità del mannaro. Il suo strano comportamento attirerà su di lui le antipatie di molti vicini…

Recensione Night Of The Wolf

Insolito mix fra dramma personale, spaccato sociale ed horror sovrannaturale, “Night Of The Wolf” è un film tanto poco conosciuto quanto riuscito. Scritto e diretto in maniera impeccabile da chi ci ha lavorato, esso riesce a parlarci senza nemmeno troppe parafrasi di tematiche fin troppo reali: i traumi di guerra, il modo in cui essi possono alterare il carattere di una persona e rovinargli la vita, l’invadenza e la cattiveria che purtroppo caratterizzano molte persone anziane, le difficoltà dei rapporti fra figli adulti e genitori di una certa età, l’emarginazione che tante piccole comunità riservano a chi è leggermente diverso dai suoi standard, il disinteresse che anima alcuni poliziotti. Tutte queste tematiche vengono portate sullo schermo da attori incredibilmente bravi, che riescono a dare vita a personaggi complessi e solo apparentemente stereotipati: merito anche di una sceneggiatura attenta a tutti i dettagli, in cui perfino gli attimi rocamboleschi sono voluti e ben calcolati.

In questo contesto, già complicato di per sé, interviene il sovrannaturale: una volta ogni mese, un lupo mannaro assalisce alcuni abitanti del posto. Il nuovo arrivato viene attaccato proprio nella sua prima notte vissuta in loco, e questo dà inizio a due trame parallele: un uomo solo e cieco che cerca di portare avanti un’indagine da solo nonostante sia ostacolato da tutti, un lupo mannaro (di cui scopriamo l’identità a metà film) che si sente braccato ed inizia quindi a comportarsi in una maniera avventata. Proprio nel momento in cui scopriamo l’identità del mostro, il modo di raccontare la vicenda cambia e la tecnica di regia fa lo stesso: questo impreziosisce ancora di più un’opera già molto riuscita, con uno spessore che non è scontato nel cinema horror.

Un unico neo si trova nella ricostruzione grafica del lupo mannaro nelle sue sembianze notturne, un po’ troppo artefafatto per sembrare reale – ma la causa è probabilmente un budget non all’altezza del tema scelto. Un plauso va, infine, al modo molto particolare in cui sono state gestite le interazioni fra il protagonista cieco ed il male che affronta, così come ad un finale inaspettato che rivela qualcosa di inaspettato su alcuni personaggi.

Di seguito il trailer di “Night Of The Wolf”. Il film è disponibile in streaming su iTunes, Google Play, Chili, YouTube.

Leggi anche: Teen Wolf: licantropi adolescenti

Commenti