“More Heroes” – Riflettori sul Punk: Television

0
593

“More Heroes” è una rubrica dedicata alla scoperta dei più grandi nomi che hanno fatto la storia del punk, molti dei quali non conosciuti adeguatamente come meriterebbero. Oggi i riflettori sono puntati sui Television.

I Television rappresentano uno dei nomi più importanti di sempre per quel che riguarda la nascita del punk e della new wave. Sebbene il loro stile fosse influenzato dalle sonorità dei Velvet Underground e in parte dal jazz e dalla psichedelia, la band fu protagonista del grande fermento musicale che colpì New York intorno alla metà degli anni ’70 e che venne in seguito ribattezzato, appunto, punk. Una nuova ondata che includeva band dalle diverse sonorità: da Patti Smith ai Dead Boys, dai Talking Heads ai Ramones. Scenario fondamentale di questo grande e frenetico cambiamento fu il celebre locale CBGB di Manhattan.

Nascita ed esordi

I Television nacquero nel 1973 dall’incontro del chitarrista Richard Lloyd con un terzetto denominato Neon Boys di cui facevano parte il batterista Billy Ficca e gli amici ed ex compagni di liceo Tom Verlaine (voce e chitarra) e Richard Hell (basso), rispettivamente nomi d’arte di Thomas Miller e Richard Meyers. Subito dopo il cambio di sigla inizò la loro attività live e divennero uno dei gruppi di punta del CBGB. Nel 1975 incisero un demo sotto la produzione di Brian Eno, che però non portò a nessun contratto discografico. Nello stesso anno Hell decise di andarsene a causa del moltiplicarsi dei dissidi tra lui e Verlaine, il quale venne accusato di sminuire il suo apporto all’interno del gruppo. Si unirà prima ai The Heartbreakers di Johnny Thunders e in seguito avvierà una carriera solista supportato dalla band The Voidoids. Venne sostituito dall’ex bassista dei Blondie Fred Smith.

La firma con l’Elektra Records e “Marque Moon”

Fu con questa formazione che la band autoprodusse il singolo “Little Johnny Jewel”. La particolarità del brano, un’unico pezzo diviso tra le due facciate del 45 giri, attirò l’attenzione di diverse major. Firmarono per la Elektra Records con la quale esordirono agli inizi del 1977 con l’album “Marque Moon”, considerato uno degli esordi più riusciti nella storia della musica. Il particolare sound della chitarra di Verlaine che s’intreccia con quella di Lloyd, la poeticità dei testi e le atmosfere melodiche ed essenziali della musica sono i tratti distintivi di un disco la cui importanza si avverte ancora oggi. Il brano “Guiding Light”, per esempio, è stato utilizzato in un episodio dell’ottava stagione della serie tv “How i Met Your Mother”. All’epoca ebbe molta più fortuna in Inghilterra che non in patria.

La copertina dell’album “Marque Moon”

Scioglimento e reunion

Subito dopo il tour promozionale, nel 1978 registrarono il loro secondo lavoro dal titolo “Adventure”, molto più convenzionale e meno innovativo dell’esordio. Nonostante però un buon risultato di vendite in Inghilterra, anche in America, la band decide di sciogliersi. Verlaine avvierà una carriera solista di buon successo accompagnato dal basso di Smith, meno rilevante risulterà quella di Lloyd. Nel 1991 il quartetto si riunisce e l’anno seguente dà alle stampe un terzo omonimo lavoro che in generale sarà ben accolto dalla critica. Seguiranno sporadiche esibizioni fino a quando, nel 2001, i Television decidono di riunirsi stabilmente. Nel 2007 Lloyd lascia la band in maniera amichevole. Viene scelto come suo sostituto Jimmy Ripp, in passato già chitarrista in diversi album solisti di Verlaine.

Canzoni consigliate:

Commenti