“More Heroes” – Riflettori sul Punk: High Circle

0
342
Retro dell'EP degli High Circle

“More Heroes” è una rubrica dedicata alla scoperta dei più grandi nomi che hanno fatto la storia del punk, molti dei quali non conosciuti adeguatamente come meriterebbero. Oggi i riflettori sono puntati sugli High Circle.

Una breve vita

Gli High Circle nascono a Roma nel 1985. Nonostante la carriera molto breve, sono stati una delle band più conosciute della scena hardcore punk laziale assieme a nomi quali Klaxon e Bloody Riot. La formazione era composta da Bruno Consoli alla voce, Giampaolo Billia alla chitarra, Massimiliano Ruggeri al basso e Giuliano Calza alla batteria e proponevano un’hardcore molto energico, vicino a sonorità più melodiche ispirato al sound californiano.

Discografia

Gli High Circle
Una rara immagine degli High Circle

Il loro esordio discografico avviene proprio nel 1985 con l’EP “6 Track EP” inciso per la Contagio Records, unico lavoro a contenere delle tracce in italiano. Tra di esse il loro pezzo più conosciuto, “Aiuta La Tua Scena”. Il disco guadagna recensioni positive sia a livello nazionale che internazionale e la band viene notata dall’etichetta di Seattle Subcore Records. L’anno seguente incidono il loro primo LP dal titolo “Out Of Darkness”.

In seguito al tour di promozione che ne seguì, si creano delle fratture all’interno del gruppo che culminano con l’uscita di Consoli dalla formazione. Il suo posto viene preso temporaneamente da Marco Luppacchini a cui seguirà Paolo Marotta, anche chitarrista. E’ con quest’ultimo alla voce che gli High Circle rilasciano nel 1990 il loro secondo e ultimo album, “Shadows On The Wall” per l’etichetta romana Break Even Point Records. Subito dopo la band chiude la propria avventura.

L’ultima uscita discografica vede la luce otto anni dopo. Si tratta di “Sell Out 85/90”, una raccolta dei loro brani migliori.

Canzoni consigliate:

Commenti