Mika pubblica i video di “Sanremo” e “Tomorrow”

Mika continua a promuovere l'album "My Name Is Michael Holbrook" con i video di alcune delle canzoni incluse nel progetto: si tratta di Sanremo e Tomorrow.

0
827

Continua la promozione dell’ultimo album di Mika, “My Name Is Michael Holbrook”. Il cantante ha pubblicato tale progetto discografico lo scorso venerdì: se prima del suo rilascio la promozione consisteva principalmente nel far ascoltare alcune delle tracce, adesso Mika si sposta nel settore dei video, rilasciando fra l’altro i visual di due delle canzoni pubblicate prima dell’arrivo effettivo dell’album: “Sanremo” e “Tomorrow”.

Per quanto riguarda “Sanremo”, tale brano viene tradotto in immagini in maniera piuttosto vintage: Mika si trasporta indietro nel tempo nell’Italia degli anni ’50, e lo fa con un elegante bianco e nero che si amalgama alla perfezione con la classe della canzone e ne accresce la raffinatezza. L’Italia anni ’50 ricreata da Mika, tuttavia, non è soltanto idillio e nostalgia platonica per qualcosa che non c’è più: l’interprete rievoca anche l’accesa omofobia che vigeva nell’Italia del dopoguerra, ma a cui lui ed altri personaggi rispondono vivendo le proprie vite con grazia ed eleganza. “Sanremo” è un brano aggraziato ma non finto, ed il video allo stesso modo rievoca il passato senza tuttavia trasformalo in un mito immacolato.

Il video di “Tomorrow”, invece, è ambientato al giorno d’oggi in quella che è la location perfetta per Mika e per la sua musica: un palco scenico. Al bianco e nero di “Sanremo” si risponde con un outfit colorato ed acceso, al vintage patinato si sostituisce invece il prorompente carisma di una popstar che sa bene come dominare un palco ed intrattenere chiunque sia lì per lui, chiunque voglia lasciarsi trasportare dalle sue abilità artistiche e dalla sua presenza scenica.

Vedremo quali saranno i prossimi brani del disco ad essere convertiti in immagini dal talentuoso cantautore. L’album è pieno di tracce evocative, di un pop semplice ma di grande impatto che si presta molto bene a dei video musicali, e se Mika volesse potrebbe anche convertire l’intero disco in un visual album.

Commenti