Leone d’Oro 2020 chi può vincerlo? (aggiornamento)

0
269
77ma Mostra del Cinema
77ma Mostra del Cinema di Venezia: ecco i vincitori

Leone d’Oro 2020 al Miglior Film.

Mancano poco meno di 48 ore all’annuncio del Leone d’Oro al Miglior Film e la domanda che cresce sempre più è, chi vincerà?


Chi vincerà il Leone D’Oro di Venezia 77?


candidati (Leone d’Oro 2020)

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato un articolo su tre possibili pellicole candidate alla vittoria finale, Nomadland di Chloè Zhao, verrà proiettato oggi èd è uno dei due film presentati a Venezia, che possono ricevere la candidatura all’Oscar.

Miss Marx di Susanna Nicchiarelli e infine Pieces of a woman con Vanessa Kirby (candidata alla coppa Volpi). ora aggiorniamo l’ elenco con la preferenza delle principali testate nazionali.

Questa è al momento la preferenza: al primo posto Miss marx e Notturno di Gianfranco Rosi

Notturno (trama)

Notturno, girato nel corso di tre anni sui confini fra Iraq, Kurdistan, Siria e Libano, racconta la quotidianità che sta dietro la tragedia continua di guerre civili, dittature feroci, invasioni e ingerenze straniere, sino all’apocalisse omicida dell’ISIS.

Storie diverse, alle quali la narrazione conferisce un’unità che va al di là delle divisioni geografiche. Tutt’intorno, e dentro le coscienze, segni di violenza e distruzione: ma in primo piano è l’umanità che si ridesta ogni giorno da un “notturno” che pare infinito. Notturno è un film di luce dai materiali oscuri della storia.


Notturno di Rosi dopo Venezia, a Toronto, Telluride, e New York


Al secondo posto troviamo Dear Comrades di Andrei Konchalovsky (qui non siamo d’accordo non si discute il regista, ma troppo filo-Putin)

trama

Novocherkassk, URSS, 1962. Lyudmila è un membro del partito comunista locale: una convinta militante che nutre un’incrollabile fiducia negli ideali comunisti e un profondo disprezzo per ogni forma di dissenso.

Durante una manifestazione operaia in una fabbrica di locomotive, la donna assiste a una sparatoria sui dimostranti ordinata dal governo per reprimere lo sciopero: un evento che cambierà per sempre la sua visione del mondo.

Molti i feriti e numerosi i dispersi. La città è sconvolta dagli arresti, da condanne sommarie e dal coprifuoco. E in quei giorni la figlia di Lyudmila scompare nel nulla. Per la donna inizia così un’affannosa quanto rischiosa ricerca, senza sosta e senza quartiere, a dispetto del blocco della città, degli arresti e dei tentativi di insabbiamento da parte delle autorità.

Il film è basato su un fatto realmente accaduto a Novocherkassk il 2 giugno del 1962 e secretato fino agli anni Novanta. L’inchiesta è stata avviata nel 1992. Le vittime del massacro erano state occultate in tumuli sotto falso nome perché non venissero mai ritrovate. I principali sospetti fra gli alti vertici governativi erano già morti. I responsabili non sono mai stati condannati.

al terzo posto due pellicole Wife of a Spy di Kiyoshi Kurosawa e The Disciple di Chaitanya Tamhane. Mentre per la stampa estera i due film migliori sono:The Disciple e Notturno di Rosi. Non ci resta che aspettare sabato sera per vedere chi avrà vinto.

Commenti