Lauren Schmidt Hissrich di Witcher spiega il cambiamento della stagione 2

0
541
the witcher

Se non avete visto la stagione 2 di The Witcher, allora smettete di leggere ora prima che vi rovini uno dei suoi colpi di scena, e una delle deviazioni più significative dai libri. Bene, quindi, nel secondo episodio della stagione 2 visitiamo Kaer Morhen, che assomiglia molto a quella dei videogiochi, e incontriamo un cast allargato di compagni stregoni di Geralt. Vesemir, Lambert, Coen ed Eskel sono tra i fratelli che Ciri conosce durante il suo soggiorno, anche se uno di loro meno degli altri. In una partenza importante, Eskel è stato infettato da un mostro. Alla fine dell’episodio è completamente trasformato, e deve essere abbattuto da Geralt. Ecco la spiegazione che da Lauren Schmidt Hissrich di questo evento.

Lauren Schmidt Hissrich: perchè Eskel muore?

I fan dello sfregiato Eskel, che sopravvive nei libri e compare anche nei giochi, aiutando Geralt a fare uno scherzo da ubriaco che coinvolge il travestimento, non ne sono molto felici. Durante il documentario dietro le quinte di The Witcher: Unlocked era inevitabile che venisse fuori. “Puoi spiegare la tua decisione di ucciderlo così presto?” chiede la conduttrice dello show, Felicia Day. “Perché la gente vuole sapere.“In tutta onestà”, risponde la showrunner Lauren Schmidt Hissrich, “la primissima versione della sceneggiatura che abbiamo scritto, [c’era] un witcher nuovo di zecca che non avevamo mai incontrato prima, di cui non avevamo mai sentito parlare, e all’improvviso ci siamo detti, ‘Oh, il nostro pubblico sta per incontrare Coen e Lambert e Eskel e, sapete, John. Chi morirà? John morirà”. Così ci abbiamo pensato molto bene, e so che ci sono fan che amano Eskel e si sentono come, ‘Perché dovremmo farlo? Ma onestamente la sua morte è ciò che cambia tutto per Geralt e penso che spinga il bisogno di Geralt di capire cosa sta succedendo con Ciri e di farlo in fretta, perché sa che rischia di perdere lei e i suoi fratelli se non lo fa.”

La sorpresa

In una stagione la cui rivelazione finale è ben nota ai lettori dei libri, è un momento scioccante. Da quel punto in poi, sembra che tutto possa accadere. “Ci tiene sulle spine”, dice Paul Bullion, che ha interpretato Lambert. Mima di sfogliare il copione per sapere se sta per essere ucciso nel prossimo episodio. “Ora nessuno è al sicuro“.

Commenti