“La Pantera delle nevi”: venerdì 20 maggio al Cinema Centrale di Torino

0
221
La pantera delle nevi

LA PANTERA DELLE NEVI”, il docu film di Marie Amiguet e Vincent Munier girato nel Tibet, con la colonna sonora originale composta da Warren Ellis con Nick Cave, arriverà nelle sale italiane in autunno con Wanted Cinema!

Dove è possibile vederlo in anteprima?

Presentato in anteprima al Cannes Film Festival, ha trionfato ai César 2022 comeMiglior Documentario e al Trento Film Festival 2022 ricevendola Genziana D’oro – Premio “Città di Bolzano” (conferito al Miglior Film di Esplorazione o Avventura), arriva in anteprima a Torino durante il Salone del Libro!

Il cinema

La Pantera delle Nevi”, proiettato venerdì 20 maggio al Cinema Centrale di Torino, inserito nel cartellone degli eventi del Salone Off (ore 21.15, in V.O. sub ITA, maggiori informazioni: https://trentofestival.it/edizione-2022/programma/film/la-panthere-des-neiges/).Il film,infatti, è un successo in tutto il mondo ed è sempre più richiesto anche in Italia!

Il documentario

Molto più di un documentario, La pantera delle nevi” è un film filosofico, che segue il celebre fotografo naturalista Vincent Munier e ancora, il romanziere e avventuriero Sylvain Tesson (pubblicato in Italia da Sellerio Editore) nel cuore degli altopiani tibetani, tra valli inesplorate e impervie, dove vive una fauna rara e nascosta agli occhi dei più.

La colonna sonora

Vanta infatti, la colonna sonora originale composta da Warren Ellis con Nick Cave che hanno avvolto le immagini in un’atmosfera quasi mistica, tra i sussurri di Cave, ilviolino di Ellis, le note eleganti di pianoforte, gli archi minacciosi e le dolci linee dei fiati. Il singolo “We Are Not Alone” è già disponibile in digitale ed è accompagnato da un video con alcune immagini del film: https://youtu.be/kGVhwgHIy74.

La location

Un docu film che arriva dritto al cuore, intriso di poesia, di immagini meravigliose e ancora, delle riflessioni di due uomini che, sulle montagne inesplorate del Tibet, entrano in contatto con il loro io più profondo.

Commenti