Justin Bieber: una brutta botta al suo tour, anche in America…

Justin Bieber aveva annunciato un tour negli stadi molto ambizioso, alla stregua di quello affrontato qualche anno fa, ma qualcosa sembra essere cambiato...

0
982

Nonostante i suoi numeri rimangano alti rispetto alla media, Justin Bieber sta vivendo una fortissima battuta d’arresto con il suo album “Changes” rispetto al precedente “Purpouse”. Saranno i 5 anni intercorsi fra i due progetti, sarà il cambio repentino di sound che l’ha portato da uno stile pop elettronico che gli ha permesso di dettare nuove mode nella scorsa era ad uno stile R&B che l’ha reso una brutta copia di artisti R&B veri con questo disco, sarà che il recente duetto con Ed Sheeran aveva fatto erroneamente pensare ad un percorso musicale coerente con quello di “Purpouse”, fatto sta che i numeri dell’album e dei singoli sono distanti anni luci da quelli a cui l’artista si era abituato qualche anno fa. In questo senso ha fatto molto scalpore la sua richiesta ai fan non americani di usare una VPN per falsare i risultati e portare il singolo “Yummy” alla 1 in classifica, risultato che comunque non è stato raggiunto.

Justin Bieber: niente più tour negli stadi

All’inizio della promozione dell’album “Changes”, Justin Bieber aveva annunciato un tour negli stadi: nulla di strano in partenza, lo scorso album ha avuto un lunghissimo tour negli stadi con performance non proprio al top ma con incassi a dir poco stellari, ma a quanto pare questa volta le vendite dei biglietti stanno andando in maniera differente. In questi giorni, infatti, stanno iniziando ad apparire su Twitter annunci dei vari organizzatori di ciascun concerto che, seguendo una formula più o meno identica, stanno tutti scrivendo che “per circostanze sfortunate” i vari concerti saranno non solo riprogrammati per l’estate (il che è comprensibile, non si sa per ora se anche l’America subirà gli effetti nefasti del Coronavirus) ma anche per venue molto più piccole rispetto a quelle previste inizialmente. In altre parole, i concerti un tempo previsti per gli stadi sono attualmente previsti per le arene.

Nonostante questo, ad oggi lo show di Bieber sembra non subire cambiamenti effettivi rispetto a quanto previsto: rimangono la cantante Kehlani ed il rapper Jaden Smith nelle vesti di opener artists, e soprattutto nessun annuncio di cambiamento arriva direttamente dai suoi canali ufficiali. Sicuramente annunciare personalmente qualcosa del genere di relativo al tour intero avrebbe avuto una risonanza diversa, e non è difficile capire perchè un manager furbo ed intelligente come Scooter Braun abbia evitato qualcosa del genere. C’è comunque da dire che attualmente gli sforzi di Scooter non sono più rivolti solo a lui: in questo periodo il manager sta lavorando molto anche su Demi Lovato, artista che partendo da una base vocale diversa gli rende sicuramente la vita più facile nel momento in cui c’è da studiare il modo per imporla nuovamente sul mercato.

Commenti