I Måneskin si godono il “chiaro di luna”

1
552
I Måneskin si godono il

“Måneskin” significa chiaro di luna in danese. Ieri notte, dopo la storica ed inaspettata vittoria al Festival, i Måneskin avranno guardato quella grossa perla che campeggia nel cielo e avranno pensato: ma è successo davvero?

Quando nascono i Måneskin?

La band romana nasce nel 2015. Alcuni membri del collettivo si conoscevano dalle scuole medie, circostanza spesso ricorrente nelle rock band, ma è solo nel 2015 che i Måneskin prendono forma. Nasce così quel mix di rock, rap/hip hop, reggae, funky e pop che conosciamo. I ragazzi non ha paura di osare, né di ostentare la propria anima rock. Il look è quello delle band glam rock che hanno ispirato generazioni di artisti, ma la musica è qualcosa di innovativo. La bussola che i Måneskin seguono punta verso un continente che nessuno ha ancora scoperto. Padroni del palco, ovunque vadano riscuotono consensi. Che il panorama rock italiano abbia avvistato la sua stella cometa?

X Factor 11

Durante l’edizione di X Factor 11, i Måneskin sono saliti sul palco per suonare la loro Chosen. In quell’istante, e ancora prima che la canzone finisse, si sono accesi i riflettori sui quattro giovanissimi rocker. Le facce dei 4 giudici esprimevano quello che molti avrebbero compreso solo in seguito: quei quattro ragazzi avevano il tocco magico. Tenevano il palco e mostravano una grinta inusuale per dei classe ’99. L’esperienza ad X Factor li fa maturare rapidamente. Arrivano secondi, ma molti li ritengono i vincitori morali di quell’edizione. Nel 2018 il primo tour. Esce poi il Ballo della vita, che anticipa il tour omonimo. È forse quello il momento che segna il cambio di passo per i Måneskin.

Il Ballo della vita tour

I Måneskin attraversano tutta l’Europa per poi tornare in Italia. Il viaggio musicale è un’esperienza documentata da un membro della crew e messa in rete. Ci sono spezzoni di backstage e di concerti. La videocamera segue i ragazzi nel corso dei loro cambi di location. Li si vede scherzare, mangiare, aspettare la metro e persino suonare in strada, per gioco, mentre si recano al prossimo appuntamento musicale. E dopo questa folle giostra, nella giornata di ieri hanno trionfato al Festival di Sanremo con la loro Zitti e buoni. Il 19 marzo, poi, uscirà Teatro d’Ira – Volume 1. Niente male, considerando che hanno appena vent’anni.

Commenti