“Harry Potter e la pietra filosofale” in tv per combattere la quarantena

0
1039
Harry Potter
Harry Potter e la pietra filosofale

E’ stato atteso per mesi, richiesto con più insistenza nelle ultime settimane e ora finalmente Italia 1 ha deciso di accogliere le preghiere dei suoi spettatori mandando in onda, a partire da lunedì 16 marzo, il primo capitolo della saga del mago più amato di sempre: Harry Potter e la pietra filosofale.

Quasi per tradizione, Mediaset non poteva concludere la stagione senza aver riportato sul piccolo schermo le avventure di Harry, Ron ed Hermione. Questa volta però si è superato, con una programmazione speciale che racchiude otto film in un solo mese. L’iniziativa ha raggiunto un enorme seguito, tanto che l’anticipazione lanciata dalla pagina Facebook di Italia 1 ha raccolto oltre 2 milioni e 600 mila visualizzazioni in meno di 10 ore.

Sì, vi abbiamo ascoltato. ✨Ogni lunedì, in prima serata su #Italia1, la saga completa di Harry Potter! Si parte dal 16 marzo con Harry Potter e la pietra filosofale! ❤️

Pubblicato da Italia1 su Mercoledì 11 marzo 2020

Il film, tratto dall’omonimo libro di J.K. Rowling del 1997, è uscito nelle sale di tutto il mondo nel 2001 dando il via ad una saga che ha letteralmente segnato la vita di milioni di ragazzi.

Il libro a suo tempo è stato tradotto in 77 lingue diverse, tra cui latino e greco antico, dopo essere stato rifiutato da ben tre case editrici inglesi a causa della sua lunghezza. Diretto da Chris Columbus (Mamma, ho perso l’aereo e Mrs. Doubtfire – Mammo per sempre), la pellicola riporta fedelmente i passi e i dialoghi del libro, scelti e studiati insieme alla sua creatrice. La stessa che ha chiesto un cast completamente inglese, con l’eccezione di Richard Harris nei panni di Silente – di origine irlandese – o degli ospiti provenienti dalla Francia e dall’Est Europa che parteciperanno al torneo di Hogwarts in Harry Potter e il calice di fuoco.

In ogni caso, la scelta di Daniel Radcliffe (nei panni di Harry) non arrivò per “magia”, almeno in questo caso. Columbus infatti lo aveva già visto durante la produzione di David Copperfield della BBC, capendo subito che era lui l’attore giusto per quel ruolo. Tra l’altro, durante le riprese del film (1999) Radcliffe venne legato e imbavagliato dopo aver spruzzato con una pistola d’acqua la troupe.

Harry Potter e La Pietra Filosofale: 18 anni di un film 

Trama del primo capitolo

La storia racconta gli anni vissuti da Harry (Daniel Radcliffe) e dai suoi compagni ad Hogwarts, la scuola di magia in cui il ragazzo, appena undicenne, scopre non solo di essere un mago, ma anche di avere una storia alle spalle, conosciuta da tutti tranne che da lui. Orfano all’età di un anno infatti, Harry è figlio di James Potter e Lily Evans, uccisi dal più terribile mago oscuro: Lord Voldemort (Ralph Fiennes). Durante lo scontro lo stesso Harry rimane ferito, e da allora porta una cicatrice sulla fronte che è diventata il suo simbolo.

Una volta arrivato alla Scuola di Magia e Stregoneria, dopo che Hagrid – il guardiacaccia di Hogwarts – lo ha precedentemente munito di tutto l’occorrente per le lezioni, diventa subito amico di Ron Weasley (Rupert Grint) ed Hermione Granger (Emma Watson). Durante la prima sera i tre ragazzi vengono affidati dal Capello Parlante alla classe dei Grifondoro (a dispetto di Tassorosso, Corvonero e Serpeverde, a cui è stato affidato Draco Malfoy). Oltre alle lezioni di magia tenute da Madama Bumb, Severus Piton e altri professori, Harry entra nella squadra di Quidditch diventando il nuovo cercatore dei Grifondoro.

Insomma, nulla di particolarmente strano se non si pensa alla circostanza magica. Nel corso dell’anno però, i tre ragazzi vengono a conoscenza della presenza di una misteriora pietra filosofale custodita nei sotterranei della scuola e protetta da Fuffi, un cane a tre teste. Il potere di questo oggetto è quello di trasformare qualsiasi metallo in oro puro, ma soprattutto, è la capacità di produrre un elisir di lunga vita, e per questo motivo desiderio di Voldermort. Nel tentativo di raggiungere la pietra, Harry si imbatte nello Specchio delle Brame, uno specchio in grado di mostrare alla persona che si specchia ciò che più desidera.

Il nemico in questo capitolo si dimostra essere Raptor, il professore di Difesa contro le Arti Oscure, che, nutrendosi di sangue di unicorno, mantiene in vita Voldemort che utilizza il suo corpo come un parassita.

Alcune curiosità

La prima riguarda il gioco del Quidditch. La scrittrice lo inventò subito dopo un litigio con il suo fidanzato inserendo contenuti che potessero dare fastidio agli uomini. Per esempio il boccino d’oro che permette a chiunque lo prenda di guadagnare un sacco di punti.

Per quanto riguarda invece le scene di pietrificazione, morte o incantesimi di stordimento, sono state create più di 250 statue per sostituire gli attori.

La fatidica lettera d’ammissione, che i piccoli maghi ricevono il giorno del loro undicesimo compleanno, è solo l’ultima fase di un processo più lungo. I bambini vengono iscritti alla scuola tramite la Piuma dell’Accettazione che segna il loro nome sul Libro dell’Ammissione una volta che mostrano i primi segni di magia. Non è tutto però, perché l’ultima parola spetta al Libro che accetterà gli iscritti solo se i poteri si mostreranno abbastanza potenti.

Dove vedere Harry Potter e la pietra filosofale in streaming

Commenti