Dune sbarca a #Venezia78: incontro con regista e cast

Le prime dichiarazioni direttamente dalla conferenza stampa del nuovo colossal di Denis Villeneuve presentato fuori concorso alla Biennale

0
439
Dune:

Dune sbarca finalmente a #Venezia78. Dopo un anno di rinvii e polemiche sull’ uscita in sala il colossal diretto da Denis Villeneuve arriva al Lido in anteprima mondiale. Adattamento cinematografico del celebre ciclo di romanzi di Frank Herbert, Dune aspira a diventare un classico del cinema moderno anche grazie ad un nutrito cast di stelle. Dune è la seconda delle pellicole presentate fuori concorso alla 78esima Mostra del Cinema di Venezia. In conferenza stampa insieme al regista presenti Timothee Chalamet, Oscar Isaac (al suo secondo progetto presentato al Lido), Zendaya, Rebecca Ferguson, Javier Bardem e Josh Brolin.

Il cast di Dune durante la conferenza stampa

Dune: un’idea che parte da lontano?

Dune non si presenta solo come un’ opera immensa. Il legame emotivo che lega il regista al romanzo sembra essere profondo ma soprattutto radicato nel tempo. Una lettura che risale alla sua adolescenza. Quello che ha attirato particolarmente Villeneuve, a quanto pare, è stato il mondo che Herbert è stato in grado di costruire costruire, ma in particolare il viaggio che il protagonista è costretto a portare avanti. Un viaggio alla ricerca di sè. Una delle sfide più grandi secondo il cineasta canadese è stata trovare un equilibrio tra il libro e il romanzo originale. Selezionare tutte le informazioni per riuscire a proporre al pubblico un quadro più dettagliato possibile.

Una pellicola concepita per il grande schermo

“Non sono quello che tira le righe o quello che fa i lanci” ha dichiarato ironicamente Villeneuve “E’ un film sorprendente, mi piace il risultato e vedremo ciò che porterà al cinema”. L’elemento fondamentale per lui è che la pellicola vada nelle sale per esprimere tutto il suo potenziale. “Questo film è stato creato e realizzato pensando al cinema.” ha raggiunto il regista. “E’ un esperienza fisica. Abbiamo cercato di girare un film immerviso e il grande schermo fa parte del suo linguaggio.”

La polemica ambientalista che accompagna il film

Si parla anche dell’ elemento ambientalista presente nel film. “Il mio personaggio in questo film difende l’aspetto ambientale del suo pianeta” ha dichiarato Javier Bardem. Da anni l’attore spagnolo è impegnato nella tutela ambientale e in una fervida lotta contro l’ inquinamento. “Il suo obiettivo è far sopravvivere il suo popolo” ha concluso. La volontà di Herbert era di scrivere un ritratto del 20esimo secolo, trasformandolo poi in una inquietante rappresentazione dei governi del 21esimo secolo. Nel tempo pare sia diventato sempre più attuale sia dal punto di vista politico che ambientalista. “Il film parlerà al mondo più di quanto ha fatto 40 anni fa” le parole di Villeneuve sono definitive al riguardo. Dune si presenta come un ritratto non solo dei problemi ambientali moderni, ma anche del rapporto malato tra religione e politica.

Famiglia e umanità: il Duca Leto e Lady Jessica

Oscar Isaac e Rebecca Ferguson interpreti del Duca Leto e di Lady Jessica

“C’è una tensione che accompagna costantemente il mio personaggio” ha dichiarato Oscar Isaac tratteggiando un ottimo ritratto del ruolo del Duca Leto. “Cerca di fare delle scelte giuste per suo figlio” ha aggiunto parlando di quanto l’ umanità e l’essere un uomo qualunque sia la chiave del suo personaggio. “Lady Jessica cerca di trovare un equilibrio tra essere madre e le sue convinzioni più profonde” a parlare è Rebecca Ferguson interprete della madre del giovane protagonista. Il senso appartenenza è al centro dell’ intera pellicola. Una costante ricerca e tentativo di mettere al sicuro la propria famiglia.

Dune: la volontà di creare un’esperienza cinematografica

La conferenza stampa è stata condita dall’ ironia contagiosa di Josh Brolin che ha dichiarato di aver trovato affascinante “ciò che hanno creato prima dell’ uscita del film”. Ad averlo attirato sembra esser stata la possibilità di poter creare una vera esperienza cinematografica totalizzante. Villeneuve ha lodato molto il lavoro fatto sul set dall’ intero cast. Un ambiente che ha dato modo di lavorare nella massima calma e tranquillità. “Ho pianto dinanzi alla capacità recitativa di Timothee” ha dichiarato il regista.

La colonna sonora “al femminile” di Hans Zimmer

“Quando ho deciso di fare questo film Hans Zimmer è stato il primo artista ha cui ho chiesto di partecipare.” ha dichiarato Villeneuve. “Mi ha risposto di aver sempre sognato di realizzare la colonna sonora di Dune” ha aggiunto. “Voleva uscire dalla sua comfort zone e creare nuove atmosfere.” ha continuato. “Doveva essere una colonna sonora femminile proprio per sottolineare l’ importantissimo ruolo della donna nel film come nel romanzo” ha concluso.

Dune sbarca
Stellan Skarsgard (non presente in conferenza stampa) nel dietro le quinte della Mostra del Cinema di Venezia. Foto di Giovanni Convertini di Periodico Daily Spettacolo

Dune: cosa sapere?

La prima mondiale di Dune di Denis Villeneuve si terrà stasera alla Mostra del Cinema di Venezia. Per seguire il red carpet basta collegarsi al sito della Biennale alle 18:45. La pellicola arriverà nelle sale italiane con un mese di anticipo rispetto agli USA il 16 Settembre.

Commenti