Dieci anni degli One Direction

0
594
Una foto per i 10 anni degli one direction

Ci si vedrà su Twitter, su Instagram, o persino su un social tutto nuovo: ecco come saranno i dieci anni degli One Direction. Il 23 Luglio 2010, il conduttore televisivo e produttore Simon Cowell ha lanciato una delle boy band più importanti e imponenti di sempre. Il 23 Luglio 2020, quella band celebra i suoi dieci anni di vita, assieme e separati. Ecco come gli One Direction sono saliti alla ribalta. 

One Direction, da boy band a fenomeno

L’idea di formare una boy band sarebbe sembrata bizzarra nel 2010, in cui la musica rivolta ai giovani non era che un ramo di nicchia. Forse Cowell e Nicole Scherzinger speravano in una risposta statunitense a Justin Bieber, oppure avevano notato una nicchia vacante nel mercato. Ma la mossa è vincente, come testimonia il loro primo album Up All Night, quinto album più venduto in America nel 2012. Nonché dodicesimo in Italia.

Il loro secondo album Take Me Home esce nel 2012 e prosegue la linea di fantasia adolescenziale del predecessore. Spicca la traccia Little Things, scritta da Ed Sheeran, in cui i cinque giovani proclamano il loro amore a una giovane donna nonostante le sue imperfezioni fisiche. 

Il 25 Novembre 2013, i ragazzi rilasciano il loro terzo album Midnight Memories,. Si tratta del loro primo album con un seguito anche di adulti e di critici. Anche grazie alla citazione del singolo di apertura, Best Song Ever, del classico degli Who Babà O’Riley. È tre volte platino in America, Regno Unito e Italia. 

Il quarto album, semplicemente intitolato Four, esce il 27 novembre 2014. Da esso i singoli Steal My Girl e Night Changes, che conducono la band su un sound più folk e delicato. Si classifica quarantatreesimo nella lista di Billboard dei cento migliori album degli anni 2010. 


Evento confermato per i 10 anni degli One Direction


Nella primavera del 2015, con sorpresa e dolore da parte delle giovani fan, Zayn Malik abbandona la band e si dedica a un progetto solista nel genere R&B. Uscirà il 25 marzo 2016 il suo album di debutto da solista, Mind Of Mine. Nel frattempo i One Direction pubblicavano il loro ultimo disco, solamente in quattro. Made In The A.M. esce il 13 novembre 2015, platino in Italia e nel Regno Unito. Ad oggi History è la loro ultima canzone prima della separazione. 

Buon compleanno, ragazzi

one direction

Proprio citando quella canzone, il loro account ufficiale dice “Abbiamo un sacco di storia alle spalle”. Una storia controversa, spesso travagliata, ma che nel suo interrompersi ha accompagnato innumerevoli giovani nella loro formazione. Che festeggerano tutte assieme i dieci anni di un’esperienza indimenticabile. 

In questo momento tutti e cinque i membri dei One Direction hanno realizzato album da solisti, in generi radicalmente differenti. Harry Styles si è prodotto in un indie rock rispettabile e autoriale, conquistando meglio di tutti gli altri il pubblico maturo. Zayn Malik si è espanso nell’area R&B, Niall nel folk rock, Louis nel britpop più classico, e Liam Payne in un pop mainstream con tanto di duetto con Quavo dei Migos. 


Harry Styles: “Fine Line” – Recensione Album


Il successo dei One Direction ha caratterizzato nei primi anni una vasta diffusione di un merchandising di immagini caratteristiche della Gran Bretagna, paese di origine di quattro dei cinque ragazzi. Un’icona molto raffigurata è la Union Jack inglese nei colori arancio e verde della bandiera irlandese, in riferimento anche alle origini di Niall Horan. 

I One Direction sono, al giorno d’oggi, il primo gruppo britannico a debuttare in prima posizione negli USA, con Up All Night. Sono il primo gruppo in assoluto a debuttare al primo posto con i loro primi quattro album. Nel 2016 hanno inoltre battuto, tra gli altri, il record per il gruppo musicale più seguito su Twitter. Detengono inoltre il record per il debutto più alto di un gruppo britannico sulla classifica statunitense, con la canzone Live While We’re Young

Commenti