Depeche Mode: ‘Speak & Spell’ spegne 40 candeline

0
246

Compie quarant’anni il disco d’esordio dei Depeche Mode ‘Speak & Spell’ (Mute Records). Ricordato essenzialmente per essere stato composto dall’ex leader Vince Clark, questo esordio ha contribuito a scolpire la carriera roboante degli inglesi. Soprattutto grazie al brano di punta, “Just Can’t Get Enough” , la quale raggiunse il numero 4 in Australia, il numero 8 nel Regno Unito e il numero 26 nella classifica americana di Hot Dance Club.

Speak & Spell: una parola sul disco?

In effetti, oltre ad essere l’esordio è anche l’unico lavoro in cui al timone vi è Vince Clark. Martin Gore, che diventerà sempre più importante negli anni a venire, ricopre un ruolo importante nelle tracce “Tora! Tora! Tora!” ed è anche l’artefice di “Big Muff”. Si intuisce sin dai primi brani una certa parsimonia esecutiva sebbene il vero equilibrio verrà solo negli anni a venire.

Tuttavia, basta quella “Just Can’t Get Enough” per far diffondere globalmente il fenomeno depechemodiano, che negli anni diverrà sempre più onnipresente. I punti deboli del lavoro sono “Nodisco”, brano scialbo ma comunque caratterizzato dalla voce di Gahan e “What’s Your Name”, altra miniatura sonora non in grado di colpire al primo ascolto.

La tracklist

  1. New Life 
  2. I Sometimes Wish I Was Dead 
  3. Puppets 
  4. Boys Say Go! 
  5. Nodisco 
  6. What’s Your Name? 
  7. Photographic 
  8. Tora! Tora! Tora!  
  9. Big Muff 
  10. Any Second Now (Voices) 
  11. Just Can’t Get Enough 

LiVE SPiRiTS SOUNDTRACK il doppio CD dei Depeche Mode

Commenti