Chi è Pharrell Williams

0
222
Pharrell Williams

Chi è Pharrell Williams? Non solo il padre della canzona “Happy” ma un cantante, compositore e produttore musicale ma è anche appassionato di design di moda e di tecnologia.

Partiamo dall’inizio

Pharrell Williams nasce il 5 aprile 1973 a Virginia Beach, un bell’arietino e si vede!

È il maggiore di tre figli e ha iniziato improvvisando musica sui banchi di scuola. Ha frequentato la Princess Anne High School dove si è sempre sentito un po’ fuori posto, forse perché avrebbe voluto fare sempre e solo musica.

In una intervista per la rivista Cosmo Girl ha dichiarato: “Da bambino, io e mia zia eravamo soliti sederci davanti allo stereo a cantare e ballare”.

All’età di 12 anni in un laboratorio di musica jazz conosce Chad Hugo, diventano amici e cominciano a suonare: Pharrell suona la batteria mentre Chad il sax.

Negli anni Novanta Pharrell Williams e Chad Hugo mettono su il gruppo chiamato Neptunes

Oltre che essere veri musicisti, Chad e Pharrell Williams si mettono in gioco anche come produttori.

Il successo come producer arriva presto quando nel 1998 con il brano Superthug di N.O.R.E entrano nella top 40 della Billboard Hot 100, cosa che accende le luci della ribalta sui loro nomi.

Muscialmente parlando hanno collaborato anche con artisti rap del calibro di Ol ‘Dirty Bastard e Jay-Z .

Successivamente si sono poi spostati verso il pop lavorando con Britney Spears, Gwen Stefani e Usher, con cui hanno elaborato un mix di musica rock che sposa alcune caratteristiche sia dell’hip hop che del soul.

Pharrell Williams e Chad fanno entrare nei Neptunes anche Shae Haley e tutti e 3 si rimettono in gioco con il nome di N.E.R.D. e nel 2001 pubblicano il primo album: In Stearch of…, che esce prima in Europa, poi nel resto del mondo dopo aver apportato una lieve modifica al sound tendente al rock funky.

Gli album creati come N.E.R.D. hanno riscosso un discreto successo.

Il 2003 è l’anno del loro primo album The Neptunes Present… Clones.

Sulla cresta dell’onda, Pharrell decide di lanciare il secondo album dei N.E.R.D., Fly or Die, nel marzo del 2004, trascinato dalla famosa She Wants to Move.

Nello stesso anno, l’artista conquista i suoi primi due Grammy, uno come produttore non classico dell’anno, l’altro per il miglior album pop vocale, grazie alla produzione di Justified di Justin Timberlake.

Alzi la mano chi non ho mai sentito la canzone “Happy”

Nel 2013, arriva la vera gloria con le classifiche scalate a passi da gigante con la sua “Happy”, cantata da solista, che trae il suo successo sia per quanto è bella e mette gioia, sia per essere stata usata nella colonna sonora del film “Cattivissimo me 2”, mentre nel settembre del 2014 diventa coach nel popolare concorso televisivo The Voice.

“Happy” ha anche fatto guadagnare a Williams la sua prima nomination all’Oscar, dopo una performance dal vivo nella trasmissione televisiva la notte degli Oscar.

Nello stesso anno, ha pubblicato il suo secondo album da solista: GIRL.

Curiosità

All’interno dell’album GIRL, c’è il brano musicale Come Get It Bae, il quale pare che sia uno dei brani ascoltati più volentieri dalle coppie che lo fanno con la musica accesa durante l’intimità! 

 GIRL ha vinto il premio come miglior album di Urban Contemporary.

Oltre alla musica di cosa si occupa Pharrell Williams

Pharrell Williams ha fondato due marchi di moda con Tomoaki “Nigo” Nagao: il Billionaire Boys Club e Ice Cream.

Lavorando con Marc Jacobs, ha progettato una linea di occhiali da sole mentre con la Adidas nel 2014 ha stretto un sodalizio lavorativo nel quale i tessuti Bionic Yarn, utilizzati dal famoso marchio, sono stati creati da un’azienda tessile dello stesso Pharrell Williams.

Oltre alla moda e alla musica, Pharrell Williams ha cercato diversi tipi di progetti multimediali



L’eclettico Pharrell Williams, all’inizio di ottobre del 2015 ha pubblicato un libro illustrato per bambini intitolato “Happy” proprio come la sua canzone cavallo di battaglia.

Anche questo un vero successo infatti il titolo è entrato nella lista dei best seller del New York Times. 

Ha firmato il ruolo di direttore creativo per Karmaloop TV nel 2011, investendo anche in questo progetto che crea programmi per i giovani interessati alla moda e orientati alla tecnologia su diverse piattaforme, incluso il web.

Nel 2013, Williams è stato determinante nel realizzare due mega hit: “Blurred Lines” di Robin Thicke e “Get Lucky” di Daft Punk. (Ha scritto e cantato su entrambe le tracce.)

E la vita privata?

Pharrell Williams non ama mettere in piazza la sua vita privata, quindi si sa solo che è felicemente sposato dall’ottobre del 2013 con la modella e designer Helen Lasichanh, dalla loro unione Nel 2008 è nato Rocket Ayer Williams a cui nel gennaio 2017 hanno regalato tre fratelli gemelli.

Pharrell Williams è considerato il più grande producer americano degli anni Duemila

È un artista completo che è stato capace di mettersi in gioco come cantante, rapper, strumentista produttore e scrittore

Nello stesso anno lancia il brano Happy, candidata al premio Oscar come miglior canzone originale (è presente nella colonna sonora di Cattivissimo me 2) e premiata con un Grammy nel 2015. Ecco il video di Happy di Pharrell Williams, una delle sue canzoni più famose:

Cosa fa oggi Pharrell Williams?

Continua a essere uno dei produttori americani più apprezzati dello show business, tanto da essere stato premiato ancora una volta come producer non classico dell’anno, anche ai Grammy del 2019.

Commenti