Call Jane: l’aborto clandestino al Sundance Film Festival

0
233
Call Jane

Volantini incollati su mura e cassette della posta per le strade di Chicago erano il modo con il quale si poteva contattare, tra il 1968 e il 1973, il Jane Collective.

Cosa rappresentava il “Jane Collective”?

Jane Collective è un collettivo clandestino femminile animato da componenti di storie ed estrazioni diverse, che, in anni nei quali l’aborto era illegale quasi ovunque negli Usa ha dato modo a quasi 12 mila donne di terminare la gravidanza in modo relativamente sicuro e a basso costo.

Call Jane: Trama

Chicago, 1968. Mentre una città e la nazione sono sull’orlo di violenti sconvolgimenti politici, la casalinga di periferia Joy conduce una vita normale con suo marito e sua figlia. Quando la gravidanza di Joy porta a una condizione pericolosa per la vita, deve navigare in un’istituzione medica non disposta ad aiutare. Il suo viaggio per trovare una soluzione a una situazione impossibile la porta alle “Janes”, un’organizzazione clandestina di donne che forniscono a Joy un’alternativa più sicura e, nel frattempo, le cambiano la vita.

Call Jane: La regia

La sceneggiatrice di Carol Phyllis Nagy prende le redini come regista ed esegue una narrativa avvincente, in parte basata su eventi reali che circondano il collettivo Jane, che ha fornito migliaia di aborti durante un periodo di quattro anni attraverso la loro mobilitazione segreta e precisa.

Cast

Supportata da un cast straordinario con Sigourney Weaver, Elizabeth Banks e Wunmi Mosaku. Elizabeth Banks offre un’impressionante interpretazione da protagonista nei panni di Joy, la cui determinazione e forza di carattere sono importanti più di mezzo secolo dopo. Call Jane pone domande urgenti sulle barriere sistemiche, sulla natura sempre mutevole della politica e sulla lotta per le donne per mantenere il controllo del proprio corpo.

Phyllis Nagy

Phyllis Nagy è una scrittrice e regista il cui lavoro include film pluripremiati (Mrs. Harris), sceneggiature (Carol) e opere teatrali (Disappeared). È una newyorkese nativa che ha vissuto a Londra per due decenni prima di stabilirsi a Los Angeles, per il momento.

Commenti