Blake Shelton – Fully Loaded God’s Country | Recensione Album

Fully Loaded God's Country è il titolo del nuovo album di Blake Shelton, un progetto che sembra essere completamente ispirato al suo amore per Gewn Stefani.

0
1821

Per molti artisti, fare i giudici nei talent show è un modo per fare cassa nei momenti più magri delle rispettive carriere musicali, in cui non si ha più un grande successo commerciale o non si ha voglia di lavorare su album e tour. Per Blake Shelton, invece, le cose sono andate molto diversamente: dopo anni di risultati relativamente mediocri, Blake è diventato una vera e propria star musicale in USA proprio grazie alla sua presenza fissa nella giuria di The Voice, una collaborazione ormai rinnovata per ben 17 edizioni che lo rende l’unico ad aver presenziato in tutte le edizioni dello show prodotte finora. In questo contesto, l’artista ha pubblicato moltissimi album in questi anni, riuscendo a portare a casa risultati molto migliori rispetto al passato: l’ultimo è “Fully Loaded God’s Country”, un progetto rilasciato proprio la scorsa settimana.

“Fully Loaded God’s Country” è un album da solista all’80%: sono inclusi duetti con il cantante country Trace Adkins e con la sua attuale compagna Gwen Stefani, mentre il resto dei brani includono solo ed esclusivamente la presenza di Blake. L’artista si impone sulle basi col suo timbro da perfetto cantante country e con un’impostazione vocale convinta, solida, energica ed introspettiva: il suo strumento vocale sa tenere le redini e interpretare al meglio ogni tipologia del brano, e ciò gli permette di confezionare davvero un album degno di nota. A livello lirico, il progetto è principalmente un album d’amore: scritto e interpretato da un Blake innamoratissimo della sua Gwen, il disco riesce a riflettere pienamente tutto il sentimento che l’artista afferma di provare per la celebre leader dei No Doubt.

A proposito di Gwen Stefani: ci sono novità su di lei

Fully Loaded God’s Country: una grande celebrazione del country

Nonostante la presenza (in tutti i sensi) di Gwen, l’album resta un progetto fieramente country, in cui anche la popstar di “Hollaback Girl” entra perfettamente nel mood: ciò non toglie che proprio il loro duetto sia una delle canzoni più radio friendly del progetto, e probabilmente si tratterà del prossimo singolo. Lo stile pacato e contemporaneamente grintoso del country, da decenni uno dei generi musicali più “americani” per eccellenza, risplende in tutta la sua potenza nelle corde di Blake, artista che porta avanti con fierezza un genere che allo stato attuale può vantare poche figure di spicco che riescono a farsi amare dall’intero pubblico mainstream e non solo dagli appassionati del genere.

In definitiva, “Fully Loaded God’s Country” è un album solido, coerente, ben scritto e ben interpretato. Blake Shelton si conferma ancora una volta come l’unico vero vincitore di The Voice America: il programma non ha quasi mai prodotto un artista di vero successo (l’unica è forse Melanie Martinez), ma in compenso ha regalato una grandissima visibilità ad un artista che fino allo scorso decennio era stato quasi sempre di nicchia. Vedremo se sul lungo termine quest’album riuscirà ad essere ricordato come uno dei migliori progetti country di questi anni.

Commenti